Ecologia, da dove partire per sprecare di meno e riutilizzare di più

Ecologia, da dove partire per sprecare di meno e riutilizzare di più

E’ giunta l’ora di iniziare ad avere tutti quanti una coscienza ecologista, per il nostro bene e per quello delle future generazioni. Per esempio si può iniziare dall’acqua, semplicemente.


Di Terra ce n’è una e dovremmo iniziare a trattarla meglio. Vi basti pensare che il nostro pianeta è passato già oltre cinque grandi estinzioni di massa, cataclismi e glaciazioni, ma nonostante tutto, ha ricominciato da zero ed è riuscita ogni volta a tornare ai suoi fasti. In parole semplici, non dobbiamo salvare la terra, lei ci sarà sempre, ma dovremmo salvare noi stessi o dovremo fare fagotto. Per evitare ciò basta compiere ogni giorni piccoli gesti, effettuare delle scelte che sembrano irrilevanti ma che a lungo andare sono fondamentali. Dalla gestione dei propri spostamenti in maniera più assennata, e magari evitando di comprare SUV che consumano come dei transatlantici, al riutilizzo dei materiali che compriamo. Ad esempio evitando l’impiego massiccio di plastica.

Uno dei modi per combattere l’inquinamento e lo spreco ci viene offerto dalla cosiddetta ‘Acqua del sindaco’, ormai presente in moltissimi paesi di piccole e grandi dimensioni. I vantaggi sono innumerevoli. Prima di tutto un abbattimento dei costi per il consumatore di circa il 50% al litro rispetto a quella che troviamo in supermercato, ma cosa ancora più importante la riduzione a 0 dei km necessari per il trasporto. Questi erogatori d’acqua si trovano a poche centinaia di metri da casa nostra e sono per tanto raggiungibili a piedi o in bicicletta. Niente più enormi camion per portare l’acqua dalle aziende produttrici ai grandi centri di distribuzione. Con delle semplici tubature si è ottenuto tantissimo.

Altro enorme favore che facciamo a madre natura e quindi a noi stessi, è quello legato all’utilizzo del vetro. L’Italia secondo alcuni recenti rapporti dell’UE è nella parte alta della classifica dei maggiori consumatori di plastica. Parliamo di 6 miliardi di bottiglie di plastica, di cui vengono riciclate meno di un terzo. Il vetro offre maggiori vantaggi della plastica, primo fra tutti e il più concreto nel nostro quotidiano, è il riutilizzo. Una bottiglia di vetro costa meno di 1,50€ e può esssere utilizzata migliaia di volte. Inoltre non si deforma al contrario della plastica.

In direzione di una sensibilizzazione verso l’uso del vetro si sta muovendo Verallia, società francese leader nella produzione di packaging in vetro per il Food & Beverage, che da poco ha inaugurato una pagina Facebook anche per l’Italia. Lo slogan è semplice e d’impatto “E’ vetro, è sano”. Il modo più veloce per arrivare ai giovani e in generale a tutto il pubblico, è chiaramente attraverso i social, tramite cui Verallia darà informazioni, consigli e terrà aggiornati tutti i fans o followers sul tema vetro e ecologia in un costante e si spera proficuo dialogo e “indottrinamento”.

Piccole cose, ma sono un inizio concreto di cui tutti beneficeremo.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto