Don Matteo 9 – continuano le polemiche della nuova serie

Don Matteo 9 – continuano le polemiche della nuova serie

Il pubblico premia con gli ascolti, ma tra Gubbio e Spoleto è “guerra” aperta.


C’è poco da dire e poco da fare, Gubbio non ha mandato giù l’amaro boccone della scelta da parte della produzione di Don Matteo di prediligere Spoleto alla storica location umbra. Gubbio non ha preso bene il comportamento della Lux Vide e la mancanza di gentilezze e accortezze nei confronti di una cittadina che tanto è stata capace di dare alla fiction.

Spoleto dal canto suo raccoglie i frutti di un successo incredibile di ascolti e di spettatori e dorme sonni tranquilli nell’attesa della decima stagione, come la Lux Vide e la Rai hanno fatto sapere esserci. Chi non è felice però, sembra essere l’Associazione Maggio Eugubino, presieduta dal signor Lucio Lupini, che da Gubbio non le manda a dire e lancia accuse chiare al Presidente della Regione Umbra.

A quanto pare, quello che non piace all’associazione di Gubbio è stato il finanziamento di ben 700 mila euro stanziato dalla Regione Umbria per la realizzazione di 50 mini spot mandati in onda proprio durante la fiction, come vetrina per terra umbra.

Insomma, Don Matteo continua ad essere trasmesso, il successo è sempre forte eppure c’è chi di questo successo proprio non vuole saperne ed è un peccato, perché Don Matteo senza Gubbio non avrebbe mai conosciuto tanta fama e allora questo “piccolo figlio di ormai 9 anni” è ora che vada via, con tutta la riconoscenza del caso e con tutti ciò che c’è dietro una produzione televisiva. Una grande perdita per Gubbio, è vero, ma un grande ringraziamento a questo piccolo e combattente comune umbro per essere stato sempre un gioiellino. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto