Desperate Housewives, Nicollette Sheridan fa di nuovo causa

Desperate Housewives, Nicollette Sheridan fa di nuovo causa

L’ex attrice del telefilm ancora in tribunale per una vecchia contesa


Desperate Housewives è ormai un telefilm concluso, ma gli strascichi legali continuano ancora, almeno per la ex-protagonista Nicollette Sheridan. Infatti, dopo aver chiesto un risarcimento di 20 milioni di dollari ad ABC, allo studio di produzione Touchstone Television e all’ideatore della comedy Marc Cherry per essere stata licenziata ingiustamente, Niccollette ha ora ottenuto la possibilità di tornare in tribunale.

Nel 2012 la corte d’appello aveva stabilito che l’attrice non era stata licenziata, ma che lo studio e la rete avevano deciso semplicemente di non rinnovare il suo contratto. Secondo la Sheridan, invece, il licenziamento è stata una ripicca per le sue proteste sulle pericolose condizioni di lavoro. In realtà, l’attrice avrebbe dovuto presentare una denuncia al Commissario del Lavoro della California entro sei mesi dal presunto incidente… cosa che non è avvenuta.

Non si sa ancora nulla sul nuovo processo, ma siamo sicurissimi che se ne parlerà ancora a lungo.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto