Concerto 1 Maggio a Roma, la censura della Rai

Concerto 1 Maggio a Roma, la censura della Rai

La Rai ha censurato il bacio gay in programma durante il Concerto del Primo Maggio a Roma


Un’atmosfera di festa grande, un’occasione per stare insieme, un momento di condivisione, un attimo tutto dedicato alla Festa dei Lavoratori, ai lavoratori, alla musica, alla serenità. Ecco cos’è stato da sempre il Comcerto del Primo Maggio nella Capitale: abbiamo assistito a una grandissima kermesse musicale no stop che ha cercato di sensibilizzare i presenti e non soltanto verso tanti temi diversi, ma anche regalando una giornata di sole e serenità.

Diciamo però che tra un artista e l’altro, tra ottima musica italiana che ha spaziato verso diversi generi, tra cui rock, pop sfrenato, band e cantanti solisti, non sono mancate però delle grandissime polemiche, quelle che arrivano il giorno dopo, quelle di cui non si può fare a meno di parlare. E’ stato il caso di una coppia gay chiamata a testimoniare il loro amore sul palcoscenico di Piazza San Giovanni, ma che alla fine è stata totalmente dimenticata e lasciata da parte.

PER LEGGERE TUTTE LE NEWS SUL CONCERTO DEL 1 MAGGIO A ROMA, CLICCATE QUI

Le parole di Christian Mohamed Mottola che, insieme a Daniele Sorrentino e altre 5 coppie omosessuali, che sarebbe dovute arrivare sul palcoscenico durante l’esibizione de Lo Stato Sociale, sono davvero semplici e dirette, eccole:

“Alle 22:00 dovevamo abbracciarci e baciarci sul palco del concertone del 1 maggio, ma la Rai ha messo il veto con la scusa che non ci possono essere effusioni in “Fascia Protetta”
Paese catto-omofobico, ‪#‎vergogna‬
Ma nessuno ci fermerà!
‪#‎loStessoSi‬.”

La Rai ha replicato alle accuse del Presidente dell’Arcigay Romani, rimandando le accuse al mittente e lavandosene le mani: facendo sapere di non conoscere:

“In merito a quanto afferma il presidente dell’Arcigay, Flavio Romani, su un presunto divieto da parte della Rai di far salire sul palco del Concerto del Primo Maggio alcune coppie omosessuali che si sarebbero dovute baciare durante l’esibizione del gruppo Lo Stato sociale, l’azienda precisa di non aver saputo nulla della questione e di non essere stata coinvolta in alcuna decisione in proposito da parte degli organizzatori dell’evento”.

PER SAPERNE DI PIù SUL CONCERTO DEL 1 MAGGIO A TARANTO, LEGGETE QUI

(b.p.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto