Con Santoro è nata la terza tv? Vedremo

Con Santoro è nata la terza tv? Vedremo

Malgrado i problemi con l’Auditel per cui i dati d’ascolto oggi giungeranno con un certo ritardo, i bene informati parlano…


Malgrado i problemi con l’Auditel per cui i dati d’ascolto oggi giungeranno con un certo ritardo, i bene informati parlano ancora di share “molto alti” per la seconda puntata di  Servizo Pubblico, andata in onda ieri sera (aggiornamento ore 14.30: più di 2milioni gli spettatori). Prova superata, dunque,  insomma, il boom d’ascolti della prima serata non è stato provocato dalla pura e semplice curiosità di ritrovare Santoro in una trasmissione tutta sua. E va a finire che il conduttore ha ragione, e che davvero è cominciata la rivoluzione della terza tv, come ha detto nella sua anteprima:  “Non lo so se vi rendete conto di quello che avete combinato giovedì scorso. Praticamente avete fatto nascere una nuova televisione che è diventata la terza tv del Paese quella sera. E ne avete fatto nascere un’altra della stessa potenza sul web. Quindi possono fregare tutti i ripetitori che vogliono, come hanno fatto ieri sera a Bergamo. Ma è difficile che questa volta ci possano ridurre al silenzio, perché il Paese sta cambiando, tanto che Berlusconi la settimana prossima si dimetterà”.

Obiettivamente il clima politico è tale, e la preoccupazione per le sorti dell’Italia è talmente – giustamente – diffusa che gli alti ascolti del programma erano anche prevedibili. Dal filmato di Benigni al parlamento europeo, alla lunga intervista col presidente della Camera dei deputati Gianfranco Fini, sino a giungere alle contrapposte visioni di Marco Travaglio e Vittorio Feltri la puntata, accentrata tutta sulla crisi di governo e sul destino di Berlusconi e del Berlusconismo, non poteva non attirare l’interesse generale.

In quanto alla nascita della terza televisione si può dire che l’esperienza Santoro è un buono, ottimo, inizio. Le conferme arriveranno col tempo, col prosieguo della stagione di Servizio Pubblico,  intanto,  e poi con auspicate nuove progettualità che sappiano prendere spunto dall’esempio “santoriano”. La prova del nove, probabilmente, non arriverà prima della nuova stagione.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto