“Call me fitz”: il Brandon Walsh di Beverly Hills 90210 diventa “cattivo”

“Call me fitz”: il Brandon Walsh di Beverly Hills 90210 diventa “cattivo”

E’ partita ieri sera su SkyUno la serie canadese “Call me Fizt” interpretata da quel gran bravo ragazzo di Brandon…


E’ partita ieri sera su SkyUno la serie canadese “Call me Fizt” interpretata da quel gran bravo ragazzo di Brandon Walsh di Beverly Hills 90210, che fece perdere la testa a milioni di teen ager. Si tratta dell’attore, anche lui  canadese, Jason Priestley, che in questa serie è esattamente l’opposto della faccia d’angelo che metteva in scena nella serie culto degli Anni Novanta.

Priestely qui, dopo un decennio di anonimato e un tot di scelte sbagliate professionali e non, ritorna alla ribalta con il personaggio di Richard “Fitz” Fitzpatrick: uno sciupa femmine, violento, tossicomane, truffatore, venditore di auto che rischia di cadere in disgrazia.  Questa è la filosofia di Fitz “Ad un uomo servono solo due cose: macchine veloci e donne facili” oppure “Io non voglio soci: Dean Martin è diventato un grande solo quando ha scaricato Jerry Lewis”. Purtroppo per lui, irrompe nella sua vita Larry (interpretato da Tracy Dawson) che diventa, contro la sua volontà, il suo socio, ma che soprattutto è la sua coscienza. Ebbene sì, Larry, è arrivato da Fitz per redimerlo e riportarlo sulla “retta via”. Creato da Sheri Elwood (anche lei canadese e già sceneggiatrice di Defyining gravity) la serie è scritta in un formato breve: ogni singolo episodio dura 30 minuti e in questi 30 minuti sono concentrati ironia, sarcasmo e cinismo in quantità.
Io non devo cambiare, tanto meno se quello che me lo dice è un pazzo che dice di essere la mia coscienza” . Eppure la trasformazione – forzata- di Fitz inizia già dal secondo episodio: tenta di far uccidere Larry da un suo meccanimo dipendente da marjuana – invano- e poi ci prova anche da solo. Ma nulla: unico risultato che ottiene è che Larry, la sua coscienza , legge in questo modo il goffo tentato omicidio “vedi Fiz quello che hai fatto è un segnale forte di quanto hai bisogno di me”. Per Fitz, incredulo e abbattuto è tempo della disintossicazione.
Ma qui c’è un’infermiera che non sa resistere al suo fascino…
E questi solo i due primi episodi.  (Erika Brenna)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto