Calimero, a 50 anni diventa cittadino francese

Calimero, a 50 anni diventa cittadino francese

E’ stato festeggiato al Future Festival di Bologna e, nei giorni scorsi al festival di Annecy


Il pulcino nero creato per Carosello dai fratelli Nino e Toni Pagot diventa in 3d per i francesi. La Gaumont  realizzerà 104 nuovi episodi delle sue avventure in onda su TF1 nel 2014: “Qui fanno tutti così perché loro sono grandi ed io sono piccolo e nero….è un’ingiustizia però”.  La frase è entrata nella storia, eppure questo pulcino depresso con la sindrome del brutto anatroccolo, creato nel ’62 e apparso per la prima volta in Carosello nel ’63, sembra attualissimo. Siamo tutti Calimero? Il pulcino nero pieno di buone intenzioni ma assolutamente maldestro, il piccolo escluso, l’incompreso che reagisce alle avversità lagnandosi è qualcosa di più: “Quando un personaggio genera un nome comune – ha scritto Umberto Ecoha infranto la barriera dell’immortalità ed è entrato nel mito: si è un calimero come si è un dongiovanni, un casanova, un donchisciotte, una cenerentola, un giuda”.

Ma Calimero tu non sei nero sei solo sporco”, diceva la bella olandesina al pulcino, prima d’infilarlo in una tinozza dove la polvere miracolosa (“Ava come lava…”) gli restituiva splendore e buon umore ma non lo sottraeva all’accusa di un velato razzismo. Bastasse un detersivo per smacchiare certe menti… (a.d)

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto