Calendario Serie A 2015-2016: ecco la prima giornata di campionato 22-23 agosto

Calendario Serie A 2015-2016: ecco la prima giornata di campionato 22-23 agosto

Svelata la prima giornata del campionato 2015-2016 di Serie A, con la Juventus chiamata a rincorrere lo scudetto vinto nell’ultima stagione


Poco più di venti giorni e la Serie A torna di nuovo a essere protagonista. Partirà nel weekend del 22-23 agosto il campionato più amato dagli italiani. Tutti alla rincorsa della Juventus di Massimiliano Allegri, favorita per la conquista dello scudetto. Nonostante le rinunce a Pirlo, Vidal e Tevez, i bianconeri ripartono da Dybala, Mandzukic e Khedira. I tre gioielli del mercato estivo debutteranno con ogni probabilità davanti al pubblico dello Stadium nella prima giornata di campionato.

Calendario Serie A 2015-2016: ecco la prima giornata di campionato 22-23 agosto

Con ogni probabilità la formazione di Allegri disputerà il primo match in casa. Di fronte una delle neopromosse, tra cui Frosinone, Carpi o Bologna, quest’ultima vincitrice dei play-off. Attenzione anche alle insidie rappresentate da Verona, Atalanta o Empoli.

Calendario Serie A 2015-2016: ecco la prima giornata di campionato 22-23 agosto

In casa ci sarà anche l’Inter di Roberto Mancini, chiamata a ribaltare l’ultima deludente stagione. Macini riparte dalle novità Kondogbia-Jovetic, puntando a iniziare con i tre punti a San Siro. In trasferta invece il Milan di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico dovrà aspettare la seconda giornata per salutare i tifosi allo stadio Meazza.

Calendario Serie A 2015-2016: ecco la prima giornata di campionato 22-23 agosto

Per quanto riguarda invece le romane, dopo la sconfitta subita in avvio della scorsa stagione con il Milan, la Lazio inizierà il campionato allo stadio Olimpico. Fuori casa invece la Roma di Rudi Garcia, dove le probabilità di affrontare una neopromossa sono sempre più concrete. Infine il Napoli. C’è grande interesse per capire quelli che saranno gli obiettivi dei partenopei, pronti a tornare insieme a Sarri nell’Europa che conta.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto