Cade a terra per un infarto davanti all’ospedale ma il medico non lo aiuta: “Credevo fosse ubriaco”

Cade a terra per un infarto davanti all’ospedale ma il medico non lo aiuta: “Credevo fosse ubriaco”

L’uomo che ha avuto un infarto proprio davanti ad un ospedale probabilmente pensava di trovare soccorso alle prime avvisaglie, ma il paramedico che l’ha visto, pensava fosse un ubriacone e non l’ha aiutato.


 

Tutti sperano che ci sia qualcuno che possa soccorrerli se si trovano in una situazione di pericolo o avvertono un malore improvviso. La paura di restare da soli, senza nemmeno qualcuno che dia l’allarma è una paura molto comune.  Molte persone, infatti, per evitare di trovarsi da sole in caso di bisogno appena avvertono che qualcosa non va si recano in ospedale preventivamente.

Anche l’uomo protagonista di questo tragico episodio, probabilmente, non pensava che proprio nel luogo in cui si è sentito male non avrebbe trovato nessuno disposto a dargli una mano e a curaro. Sentendo degli strano dolori al petto Carl Cope, si è recato immediatamente in ospedale. Giunto lì ha preso una bevanda calda,  ma dopo qualche minuto, purtroppo è stato colpito da un infarto e nessuno è riuscito ad evitare la sua morte (nonostante qualcuno si sia accorto della sua presenza). Ad accorgersene, infatti, è stato un paramedico che attualmente è stato condannato ad 8 mesi di carcere per negligenza, nei confronti dell’uomo che proprio davanti ai suoi occhi è piombato a terra vittima di un infarto.

Questa vicenda è accaduta all’ingresso dell’ospedale di Wolverhampton Crown Court, in Inghilterra. Il paramedico, un infermiere dell’ambulanza,  Matthew Geary, che giustifica il suo gesto sicuramente poco professionale,  sostenendo che l’uomo sembrava più un ubriacone che un uomo colpito da infarto. Il paramedico è stato tutto il tempo con le mani in tasca mentre l’uomo consumava gli ultimi istanti della sua vita. ha scambiato anche due chiacchiere con i colleghi parlando di sport. Dopo qualche minuto sono arrivati dei colleghi che hanno preso coscienza di quanto stava avvenendo, cercando di salvare in extremis l’uomo, per cui non c’è stato nulla da fare.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto