Bling Ring: parla Paris Hilton

Bling Ring: parla Paris Hilton

Esce il 26 settembre al cinema


Il nuovo film di Sofia Coppola, Bling Ring, esce domani nelle sale cinematografiche italiane e si prevede un grande successo.
La pellicola è basata su una storia vera e racconta le rapine della banda più famosa di Hollywood ribattezzata dai media “Bling Ring”. In una Los Angeles tormentata dal successo e dagli eccessi un gruppo di adolescenti agisce con uno spirito criminale per potersi impossessare degli oggetti, abiti ed accessori di personaggi famosi per potersi sentire come loro.

La frenesia, l’emozione e la pausa di essere scoperti sulle colline di Hollywood dove centinaia di case multimilionarie sono a loro completa disposizione quando i proprietari sono fuori casa.
L’ossessione per la vita da star colpisce i ragazzi che in preda alla frenesia del momento cercano online gli indirizzi delle celebrità tra cui Paris Hilton, Orlando Bloom, Lindsay Lohan, Kim Kardashian e Rachel Bilson.

Il gruppo di adolescenti belli, ricchi e popolari composto da 4 ragazze e 3 ragazzi è arrivato a sottrarre circa 3 milioni di dollari in abiti, scarpe, borse, gioielli e accessori da favola.
Il gruppo ha monitorato i siti di gossip per controllare ogni singolo spostamento dei vip per sapere quando le loro case erano libere per introdursi indisturbati. Quando sono stati sorpresi non si sono dichiarati pentiti ma si sono goduti i flash dei fotografi, gli inviti alle feste e addirittura un reality show.

Nel film Paris Hilton interpreta sé stessa: l’ereditiera più famosa al mondo che nella vita è modella, stilista, cantante, reality star, dj e ora anche attrice.
Paris in una recente intervista ha rivelato: “So perfettamente di essere una privilegiata, ma non sono una viziata. Lavoro 24 ore su 24, ho costruito la mia linea di moda da sola, con le mie mani e la mia immaginazione. Sono una ragazza con i piedi per terra, al contrario di come mi ritraggono i media. Sono una designer con 17 linee di prodotti e uffici in tutto il mondo. Io ho costruito la mia carriera da sola. Tutto quello che ho è frutto del mio lavoro”.

L’ereditiera ha poi continuato dicendo: “Sono fiera di aver fatto credere di essere frivola. Ho fatto opere di carità, mi sono impegnata per molte raccolte fondi e non mi sono mai pavoneggiata delle linee di moda che vendo in 40 paesi. Mi presento sempre come Paris la mondana e non come la Hilton con un po’ di sale in zucca”. Paris in questo modo ha smentito tutti gli stereotipi della ragazza bionda che non eccelle per l’intelligenza. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto