Benvenuti a tavola 2 – Riassunto della puntata di ieri sera

Benvenuti a tavola 2 – Riassunto della puntata di ieri sera

Carlo Conforti e Paolo Perrone decidono di fondere i loro due ristoranti ma qualcosa non va per il verso giusto


Sorprese a non finire nei due nuovi episodi della fiction Benvenuti a tavola 2 andati in onda ieri sera. Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio sono stati protagonisti di un’avventura che ha riservato alcuni incredibili colpi di scena. I due avevano deciso di firmare l’atto per fondere i loro ristanti, Dal Terrone e Il Meneghino, ma un evento inaspettato scombussola i piani di Carlo Conforti.

Nel primo episodio, dal titolo Come ci chiamereremo?, la famiglia Conforti è intenzionata a chiedere ai Perrone la fusione tra i due ristoranti. La motivazione è quella della crisi economica ma la realtà è ben diversa: Carlo vuole che Paolo diventi socio di minoranza con un aumento di capitale. Inizialmente, però, rifiuta l’offerta ma arriva una notizia che mette tutto in discussione: sul ristorante dei Perrone grava un’ipoteca di 120 mila euro che deve essere saldata nel giro di un mese.

Paolo e Carlo trovano così un accordo ad una sola condizione: si dovrà firmare l’atto di fusione dal notaio di fiducia del Conforti.

Nel secondo episodio, “Tutti a Pollica”, le famiglie dei due chef partono alla volta del Cilento. Tutti rimangono incantati dalla bellezza del posto. Tra una nuotata e la buona cucina, è tempo di andare dal notaio. Ma Giovanna ascolta una telefonata di Carlo a Renato (Antonio Catania) e ferma Paolo appena prima della firma.

I Perrone ci rimangono malissimo e la furia del capofamiglia si scaglia contro Carlo per averlo ingannato. Nelle prossime puntate scopriremo quale destino toccherà alle due famiglie e ai rispettivi ristoranti.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto