Beatles – Steve Jobs, un giorno di commemorazioni

Beatles – Steve Jobs, un giorno di commemorazioni

Oggi, 5 ottobre 2012, 50 anni da quando tutto ebbe inizio. Oggi, 50 anni fa, usciva il
primo disco dei Beatles Love Me Do. Raggiunse solo il 17mo posto delle classifiche, grazie anche al fatto che il loro manager Brian Epstein ne aveva comprate 10.000 copie, la maggior parte delle quali rimaste invendute. Ma la leggenda era cominciata


Oggi, 50 anni dopo, ci saranno celebrazioni in tutto il mondo: feste, simposi, programmi radiofonici e televisivi. Anche in Inghilterra, ovviamente, dove tutto è cominciato e dove tutto è finito, in un’altra data, più triste: 30 gennaio 1969, il giorno dell’ultima esibizione pubblica del quartetto di Liverpool.

Oggi, 5 ottobre 2012, un anno dalla morte di Steve Jobs, il fan dei Beatles di maggior successo. Steve, che la sua creatura volle chiamarla Apple, come la celebre casa discografica dei “Fab Four”, perchè l’uomo del futuro arrivava pur sempre dagli anni ’60, non per anagrafe, ma per averne respirata l’aria nella sua giovinezza californiana.

Non staremo a ricordare quanto importanti siano stati i Beatles nella cultura contemporanea, nè quanto lo sia stato Steve Jobs. Segniamo la coincidenza, riflettiamo su ciò che abbiamo perso e su ciò che abbiamo ricevuto in eredità mentre ascoltiamo Love Me Do, da un iPod, ovviamente. (g.m.)

 

https://www.youtube.com/watch?v=_xuMwfUqJJM





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto