Ballarò al via, addio Crozza, Floris, benvenuto Benigni

Ballarò al via, addio Crozza, Floris, benvenuto Benigni

Questa sera ricomincia Ballarò su Rai 3 con molte novità a partire dal conduttore Massimo Giannini, al posto di Floris, e Roberto Benigni al posto di Maurizio Crozza


Si ricomincia, Ballarò ricomincia questa sera su Rai 3 con un nuovo capitano al comando, Massimo Giannini. Dopo il passaggio di Giovanni Floris a La7 con il nuovo programma in fascia quotidiana, Diciannovequaranta, e un passaggio in prima serata, DiMartedì, proprio alla stessa ora del suo vecchio programma, la RAI ha deciso di puntare sull’esperto di politica e economia Giannini. Ma non è l’unico cambiamento di questa nuova stagione.

Floris su La7 ha raggiunto il suo grande amico Maurizio Crozza, autore delle sagaci e satiriche copertine di Ballarò degli ultimi anni. Il comico ligure stava facendo d a qualche tempo la spola tra Rai 3 e il canale di Urbano Cairo, dove era protagonista del programma al venerdì sera, Crozza nel paese delle meraviglie. La coppia quindi non si divide come temevano i fans, e la Rai è dovuta correre ai ripari cercando un nuovo comico in sostituzione, qualcuno di grande prestigio, da sempre preciso e feroce nella satira politica. L’identikit perfetto per il grande Roberto Benigni. Presente anche l’intellettuale Ilvo Diamanti con un monologo sulla parola chiave della giornata, una sorta di password.

Il comico toscano sarà ospite questa sera con un ruolo speciale. Di lui dice Giannini “Quello di Benigni è il segno di un investimento fortissimo nel servizio pubblico che farà gratis è un regalo a Ballarò e a tutta la Rai“. Ancora da capire però se avrà un ruolo fisso o durante la stagione si alterneranno diversi nomi per le copertine e i monologhi comici. Di sicuro il nome di Benigni farà storcere il naso a una certa area politica, essendo Silvio Berlusconi da sempre uno dei suoi bersagli preferiti. Ma questa è la satira…

Ospiti politici di questa sera saranno il sottosegretario Graziano Delrio, il direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli e l’ex presidente del consiglio Romano Prodi. Nell’aria si sente il sapore forte della sfida, uno scontro diretto che di sicuro non farà sconti, a suon di inchieste, grande giornalismo e magari qualche provocazione al rivale, in onda pochi canali più in la. Chi vincerà tra Floris e Giannini? E chi scegliete tra i due?





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto