Arisa vince Sanremo 2014, ma Controvento forse è un plagio

Arisa vince Sanremo 2014, ma Controvento forse è un plagio

La somiglianza con Entra nel Cuore di Micol Barsanti sembra effettivamente esserci, ma il verdetto non cambia


Come ogni Festival di Sanremo che si rispetti, eccoci di fronte all’ennesimo polverone mediatico attorno a una scomoda e annosa vicenda che riguarda proprio la vincitrice di Sanremo 2014, ovvero Arisa e la sua radiofonica Controvento. A quanto pare, con qualche attimo di ritardo si fa avanti l’ipotesi di plagio e secondo alcuni la vittoria dovrebbe essere revocata.

Nonostante questo, Arisa resta salda al primo posto della classifica e stringe a sé la statuetta meritata, non curante del fatto che la somiglianza con Entra nel cuore di Micol Bersanti, sembra essere più evidente di quel che in tanti si aspettavano, almeno per quel che riguarda l’intro: simile, forse anche troppo.

L’una è la vincitrice di Sanremo, l’altra una cantante che è stata prodotta dall’etichetta Soleluna di Lorenzo Jovanotti e che nel 2007 è stata scartata ai provino del Festival, nonostante avesse ricevuto numerosi complimenti Giuseppe Barbera, professore al Cet di Mogol e collaboratore a stretto contatto con Arisa.

Insomma, diciamo che se all’inizio Micol Bersanti ci è andata giù pesante, rivendicando almeno un avvertimento, una citazione, un ringraziamento, in un secondo momento ha placato i toni. In un’intervista a Radio M2O ha fatto sapere che una lieve somiglianza potrebbe essere nell’intro, ma soltanto lì: la voce è diversa, gli arrangiamenti opposti e dunque il plagio per lei  non sussiste.

Se la diretta interessata non si pone problemi, è dunque giusto che il pubblico se ne ponga? Molto probabilmente sì, ma non sappiamo dunque se ci saranno provvedimenti o manovre per modificare il verdetto finale. Non resta dunque che mettere a confronto i due brani. Cosa ne pensate? (b.p.)

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto