Antonio Zequila si butta in politica: candidato alle regionali campane?

Antonio Zequila si butta in politica: candidato alle regionali campane?

Tra amici senatori e passione per Berlusconi, il futuro di Zequila sembra essere segnato dalle cabine elettorali


Antonio Zequila “Er Mutanda” si butta in politica? Why not! Questa è la risposta che lui stesso ha dato alla questione parlandone sulle pagine de La Stampa, dove nel corso di un’intervista ha espressamente ammesso la sua ammirazione per Silvio Berlusconi (che ancora chiama presidente) parlando anche delle sue amicizie con “diversi senatori campani”.

Dalla lite con Pappalardo ai banchi dell’aula del Senato? Non sarebbe mica poi così inusuale per il nostro Paese, ormai siamo davvero pronti a tutto quando si tratta di politica, e Antonio Zequila sembra si senta realmente coinvolto nella nobile arte tanto da decidere, probabilmente a breve, di tentare la scalata verso una carica rappresentativa.

Anzi, a ben leggere quanto dichiarato dal diretto interessato su La Stampa, sembra che l’arrivo al “potere” di Antonio Zequila possa partire prima di quel che possiamo immaginare, anche se, almeno all’inizio, la cosa dovrebbe rimanere circoscritta ad un ambito regionale. Trovandosi a Palazzo Madama, ha chiarito esplicitamente quali siano i suoi progetti a breve termine: “Non è la prima volta che vengo qui. Forse non è una coincidenza che io sia qui nel momento in cui le candidature alle regionali in Campania sono vicine”.

A voler essere cattivi il proclama suona quasi come una minaccia, ma sembra essere talmente convinto della sua scelta che quasi quasi dispiacerebbe non votarlo. Intanto, portando la memoria al ben noto caso Pappalardo che gli costò caro l’accesso a Rai 1, scomoda addirittura papa Francesco: “Dopo l’incidente in televisione con Pappalardo nel quale ho difeso mia madre, ho un pubblico di signore mature che mi stimano molto. Mi amano. Un po’ meno i loro figli. Ora anche il Papa mi ha riabilitato. Ha detto che se qualcuno tocca sua madre lui gli da un pugno. Vorrà dire che la prossima volta tirerò un cazzotto”. L’importante è che i cazzotti li tenga fuori dai palazzi regionali…





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto