Anticipazioni Una Vita 5 maggio 2018: Ursula aggredisce Fabiana

Anticipazioni Una Vita 5 maggio 2018: Ursula aggredisce Fabiana

La Dicenta vuole ottenere dalla domestica la verità sulla pazzia di Cayetana.


L’inaspettata dichiarazione d’amore di Fernando a Teresa porterà non poco scompiglio in quel di Acacias. Nel frattempo, Ursula sarà vicina a commettere l’ennesimo crimine. Scopriamo insieme cosa rivelano le anticipazioni della puntata della soap Una Vita in onda sabato 5 maggio 2018 alle ore 14:10 su Canale 5:

Úrsula si recherà da Fabiana, costretta in un letto d’ospedale in seguito al terribile tentativo di suicido. Mossa dall’intento di ottenere da lei la verità sulla pazzia di Cayetana, la Dicenta reagirà all’opposizione della domestica cercando di soffocarla con un cuscino. L’intervento provvidenziale di un medico distoglierà l’ex istitutrice dal suo obiettivo.

Mauro si è intrufolato in casa Sotelo-Ruz per ottenere prove utili a incastrare definitivamente Cayetana, l’unica vera manipolatrice di Sara e Zenòn. Non visto, il San Emeterio ha assistito a una scena che non lascia spazio ad alcun dubbio: Fernando ha proposto a Teresa di diventare sua moglie ottenendo un “sì” coronato da un romantico bacio.

L’imminente matrimonio tra Teresa e Fernando determinerà la decisa contrarietà di Cayetana e farà sprofondare Mauro in una cupa disperazione. Se la Dark Lady s’impegnerà a instillare nell’amica gravi sensi di colpa, il poliziotto – nonostante le insistenze del commissario Del Valle – abbandonerà la lotta contro l’eterna rivale Sotelo.

Deciso ad avvicinarsi a lei, Simòn incaricherà Susana di cucirgli un vestito ma verrà cacciato bruscamente dal negozio. Il rientro del maggiordomo emozionerà Elvira che – finalmente felice – avrà tutta l’intenzione di spronare Liberto a non rinunciare a Rosina, fidanzata con Arturo. Sebbene abbia lasciato che Cruz partisse solo, Celia prometterà a se stessa di combattere per la propria emancipazione.

Scopri le anticipazioni de Una Vita da lunedì 30 aprile a sabato 5 maggio 2018.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto