Anticipazioni Il Segreto 28 dicembre 2017: Camila respinta da Hernando

Anticipazioni Il Segreto 28 dicembre 2017: Camila respinta da Hernando

La Valdesalce tenta di sedurre il marito ma ottiene solo un rifiuto.


Inquietudini, gelosie fondate e mal d’amore scuoteranno ancora i protagonisti più amati di Puente Viejo nel corso della puntata della soap Il Segreto, in onda oggi giovedì 28 dicembre 2017 alle ore 15:30 su Canale 5. Scopriamo insieme cosa accadrà nelle anticipazioni:

Camila decide di mettere in pratica il saggio consiglio dell’amica Lucia: ravvivare la fiamma della passione con Hernando. Indossando la camicia da notte presa in prestito dalla fidata Torres, la Valdesalce cercherà un momento di intimità con il marito. Ma il Dos Casas – riconoscendo la veste utilizzata dalla cubana la sera in cui i due amanti clandestini hanno consumato il peccato del tradimento – reagirà in maniera inaspettata e respingerà la compagna con pretesti poco convincenti, accuse irrazionali e intimidazioni di un comportamento responsabile di fronte la piccola Beatriz.

Si entra nel vivo dell’organizzazione del matrimonio di Marcela e Matias, aiutati da Emilia. Il giovane Ulloa-Castaneda non ha l’umore raggiante di un futuro sposo, bensì si mostra sempre più scontroso e distante: prima che potesse farlo lui, la figlia del mugnaio ha confessato a Beatriz di aspettare un bambino e la scelta di convolare presto a nozze.

Miel Amarga è ancora tormentata dal delirio allucinatorio di Cristobal, il quale però sembra avere in mente un piano. Raimundo ha recuperato le forze, tanto da riuscire a incontrare la figlia Emilia e tornare pian piano alle proprie abitudini. Onesimo vuole entrare a far parte della squadra di rugby, ma è palesemente non portato per lo sport. Intanto la decisione presa dal nipote di eleggere Adela e Gracia come consigliere comunali fa infuriare Dolores, restìa ad accettare di non essere stata presa in considerazione per l’importante carica pubblica.

Scopri le anticipazioni de Il Segreto da mercoledì 27 a venerdì 29 dicembre 2017.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto