Anticipazioni Il Segreto 15 marzo 2017: cade l’accusa di terrorismo contro Raimundo

Anticipazioni Il Segreto 15 marzo 2017: cade l’accusa di terrorismo contro Raimundo

Riflettori puntati su Raimundo, scagionato dall’accusa di terrorismo grazie all’aiuto di Francisca.


Nuovo appuntamento oggi su Canale 5 con Il Segreto. Nella puntata pomeridiana in onda a partire dalle 16.30, centrale sarà la vicenda di Raimundo. Il locandiere verrà infatti finalmente scagionato dall’accusa di terrorismo, seguita all’attentato di Munia. L’uomo, che nonostante l’avvertimento di Donna Francisca, ha deciso di ugualmente di presenziare alla manifestazione presa di mira dagli anarchici, deve ora ringraziare la Montenegro che si è esposta per lui con il governatore della Regione.

A Los Menantiales, intanto, Camila continua a dubitare del comportamento di Hernando, suo marito, convinta che dietro al suo atteggiamento distante si nasconda un indicibile segreto. La donna, pronta a svelare tale mistero, si vedrà costretta a chiedere l’aiuto di Elias.

In paese tutti deridono l’ingenua Dolores. Don Berengario si sta prendendo gioco di lei dicendole che molto presto il suo Pedro, da tempo scappato in Russia, verrà eletto presidente dell’Unione Sovietica.

Scopri le anticipazioni de Il Segreto da lunedì 13 a sabato 18  marzo 2017.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto