Anticipazioni Beautiful 23 gennaio 2018: ancora guerra tra Katie e Quinn

Anticipazioni Beautiful 23 gennaio 2018: ancora guerra tra Katie e Quinn

Quinn e Katie litigano. La Logan pronta a rivelare a Eric la verità sulla moglie e Ridge?


Tra Katie e Quinn la tensione si taglia ormai con il coltello. L’ennesimo litigio che le vede protagoniste potrebbe smascherare il segreto che lega Ridge alla matrigna e quindi compromettere seriamente il matrimonio di EricScopriamo insieme le anticipazioni della puntata di Beautiful in onda oggi martedì 23 gennaio 2018 alle ore 13:40 su Canale 5:

Quinn non sembra gradire particolarmente le creazioni di Katie, considerate non idonee alla nuova collezione esclusiva della Forrester Creations. Tra le due primedonne scatterà allora l’ennesima discussione, e la Fuller avrà tutta l’intenzione di rendere partecipe Eric dello scarso talento dimostrato dalla rivale.

Lavorando fianco a fianco alla Spectra Thomas è certo che sia lui che Sally otterranno grandi traguardi, sebbene abbia avuto con la famiglia Forrester un pacifico confronto: EricRidge e Steffy hanno comunicato di volerlo nuovamente in azienda, confermandogli l’intento di lasciarlo libero di investire il proprio denaro come vuole e di essere al fianco della donna che più desidera. Il ragazzo, però, vuole crearsi un vita insieme alla Spectra, nella dimensione privata e in quella lavorativa. La Rossa però non può essere ottimista, le manca sua sorella Coco. Per allietare l’animo triste della sua amata, Thomas allora tenterà di persuadere la minore delle Rosse a concedere a Sally una seconda opportunità di riscatto.
Presso Il Giardino, un’infuriata Katie incontrerà Eric e lo informerà del comportamento che la Fuller ha avuto con lei poco prima. A quel punto il patriarca vorrà avere maggiori dettagli sulla faccenda al fine di capire le ragioni di tanto astio. Per la Logan è quindi arrivato il momento di vuotare il sacco e rivelare la verità che ha sempre taciuto…

Scopri le anticipazioni di Beautiful da lunedì 22 a venerdì 26 gennaio 2018.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto