Anna Karenina: parla Santiago Cabrera, il sex symbol della serie

Anna Karenina: parla Santiago Cabrera, il sex symbol della serie

La fiction di due puntate ha avuto un grande successo


È andata in onda il 2 e il 3 dicembre la mini serie di Rai Uno Anna Karenina, interpretata da Vittoria Puccini nei panni della protagonista, che ha riscosso grande interesse da parte del pubblico.
Santiago Cabrera in tv è stato l’amante di Anna Karenina e, in effetti, il fascino non gli manca ed è stato eletto il sex symbol della serie ispirata al romanzo di Tolstoj.

Una vera e propria promessa del cinema, Santiago, ha 35 anni ed è venezuelano e vive tra Los Angeles, Londra, Berlino e Madrid. Ha già recitato per il grande schermo con Amore e altri disastri.
In molti scommettono che, dopo il tv movie di Rai Uno, che ha riscosso milioni di telespettatori, sarà amato da milioni di donne e molto richiesto per altre interpretazioni.
In Anna Karenina ha interpretato Aleksej Vronskij, l’amante di Vittoria Puccini, e del suo personaggio racconta: “Il mio Aleksej non è un seduttore né un predatore. S’innamora davvero di Anna e della sua energia. È un uomo genuino, una sorta di anti-eroe”.

La storia tra Anna e Aleksej racconta di un tradimento e se fosse accaduta ai nostri giorni l’attore dice: “Oggi Anna e Aleksej avrebbero affittato un appartamento insieme e chiesto il divorzio. M è anche vero che l’adulterio resta un tabù. Io credo però che la moralità sia un fatto personale” – continua dicendo – “La norma sociale, giustamente, dice che se ti sposi devi essere fedele al tuo partner. Ma ci sono anche matrimoni tra coppie aperte e altri in cui non si pratica più sesso. Come condure un matrimonio è qualcosa che marito e moglie devono decidere insieme”.

Lavorare con Vittoria Puccini, per Santiago è stata una bella esperienza: “Eravamo in sintonia perfetta, non avevamo bisogno nemmeno di parlare. Ed è una donna bellissima”.
Dopo la mini serie, sarà in tv con I Moschettieri, una serie per la BBC dove ha interpretato il Lancillotto; della storia dice: “Credo che sia necessario conoscere il nostro paese per capire il presente. E il mio primo ruolo importante è stato quello di Ottavio, l’erede di Cesare, nella serie tv Empire. Abbiamo girato in Italia. Mi piacerebbe tornarci”. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto