Amici, Andreas Muller risponde alle dure critiche: “Solo invidia”

Amici, Andreas Muller risponde alle dure critiche: “Solo invidia”

Il ballerino di Amici si sfoga sui social: “Sono sempre stato soggetto di etichette, invidia e frecciatine varie”.


Aspettando di rivederlo danzare nella prossima stagione di Amici, il ballerino Andreas Muller è di nuovo al centro dell’attenzione. Il danzatore, infatti, ha da poco pubblicato sui social un lungo post di replica a tutte le critiche ricevute nel corso degli anni, che però hanno avuto l’effetto contrario di renderlo più tenace e agguerrito. Il professional dancer ha colto l’occasione anche per rendere grazie a Veronica Peparini, con cui collabora da parecchio tempo.

Amici: il ballerino Andreas Muller si sfoga sui social

Il ballerino di Amici è stato al centro di molti attacchi e controversie, come egli stesso ha rimarcato in un suo lungo post su Instagram: “Negli ultimi anni sono stato soggetto di etichette, invidia e frecciatine varie. Mi sono sempre fatto un esame di coscienza per capire se realmente queste voci potessero farmi riflettere su qualcosa di intelligente, ma ho compreso con il tempo che é sempre stata solo invidia. Nasco come ballerino di Hip Hop e ho vissuto esperienze che riguardassero solo quel mondo per molto tempo. Gare e lezioni varie di ogni tipo. Negli anni ho ampliato il mio studio perché solo quello non mi bastava. E qui su questa parola mi fermo perché oggi purtroppo lo studio si é trasformato in: vado a lezione di chiunque senza capire cosa io stia facendo. […] L’autenticità dei coreografi, insegnati e ballerini credetemi che é rimasta in pochissime persone quindi consiglio di comprendere chi questi siano e di studiare con quelli. DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI , nonostante io sia il primo a dire che nessuno ha inventato nulla, ma di certo la qualità della lezione, l’esperienza, il metodo e lo studio dovrebbero riuscire a farvi distinguere una LEZIONE da un NIENTE. Detto ciò ho anche imparato che non voglio più accendere polemiche. Anche perché non le ho mai accese, mi sono sempre solo difeso dalle malelingue. E continuerò, perché chi fa le cose fatte per bene non ha nulla da temere. Tanti personaggi mi sono stati amici, tanti vicini e sono i primi che ora parlano male e non hanno che Instagram per continuare a sopravvivere”.

Andreas Muller ha infine concluso il discorso in bellezza, parlando della sua amata Veronica: “In questi anni con Veronica Peparini ho imparato ancora di più, ma la cosa più bella é che stiamo continuando ad IMPARARE e a STUDIARE insieme. Non ci vogliamo definire, non ci vogliamo considerare come quella lezione che é uguale a quella di qualcun altro. Vogliamo stare bene nella nostra vita. Ma soprattutto ballare. Questa é stata la lezione di venerdì sera. Stile o non stile. Bello o brutto. Ma essere se stessi alla continua ricerca di se stessi”.

View this post on Instagram

Negli ultimi anni sono stato soggetto di etichette, invidia e frecciatine varie. Mi sono sempre fatto un esame di coscienza per capire se realmente queste voci potessero farmi riflettere su qualcosa di intelligente, ma ho compreso con il tempo che é sempre stata solo invidia. Nasco come ballerino di Hip Hop e ho vissuto esperienze che riguardassero solo quel mondo per molto tempo. Gare e lezioni varie di ogni tipo. Negli anni ho ampliato il mio studio perché solo quello non mi bastava. E qui su questa parola mi fermo perché oggi purtroppo lo studio si é trasformato in: vado a lezione di chiunque senza capire cosa io stia facendo. Vado per beccarmi le paturnie di chiunque. Vado per sperare di ballare e avere un video da postare. Vado con l’orecchio di sempre con il mio modo di ballare e sti cazzi di quello che c’è da migliorare. Ma cosa peggiore vado a lezione di quello perché tanto fa la stessa cosa di quell’altro. L’autenticità dei coreografi, insegnati e ballerini credetemi che é rimasta in pochissime persone quindi consiglio di comprendere chi questi siano e di studiare con quelli. DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI , nonostante io sia il primo a dire che nessuno ha inventato nulla, ma di certo la qualità della lezione, l’esperienza, il metodo e lo studio dovrebbero riuscire a farvi distinguere una LEZIONE da un NIENTE. Detto ciò ho anche imparato che non voglio più accendere polemiche. Anche perché non le ho mai accese, mi sono sempre solo difeso dalle malelingue. E continuerò,perché chi fa le cose fatte per bene non ha nulla da temere. Tanti personaggi mi sono stati amici, tanti vicini e sono i primi che ora parlano male e non hanno che Instagram per continuare a sopravvivere. In questi anni con @veronicapeparini ho imparato ancora di più, ma la cosa più bella é che stiamo continuando ad IMPARARE e a STUDIARE insieme. Non ci vogliamo definire, non ci vogliamo considerare come quella lezione che é uguale a quella di qualcun altro. Vogliamo stare bene nella nostra vita. Ma soprattutto ballare. Questa é stata la lezione di venerdì sera. Stile o non stile. Bello o brutto. Ma essere se stessi alla continua ricerca di se stessi. Grazie a tutti quelli che ci seguono. ❤️

A post shared by ANDREAS MÜLLER (@muller_andreas) on





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto