Amici 12: Eleonora Abbagnato spiega perché ha sostituito Miguel Bosè

Amici 12: Eleonora Abbagnato spiega perché ha sostituito Miguel Bosè

Miguel Bosè ha lasciato Amici e l’etoile di Parigi racconta perché ha accettato di pendere il suo posto.


Un’edizione interessante e diversa dalle altre quella di Amici 12. Un’edizione ricca di sorprese grazie anche a una modalità diversa scelta da Maria De Filippi e dai suoi autori. Le puntate del serale sono state registrate, è vero e le prime indiscrezioni sono trapelate da subito. Ancor prima che andasse in onda, in oltre, tutta l’Italia ha scoperto che Miguel Bosè avrebbe lasciato la scuola più famosa della televisione per motivi di lavoro.

Miguel Bosè va via da Roma e atterra in Messico probabilmente per una torunée, Miguel Bosè lascia Amici 12 e al suo posto arriva Eleonora Abbagnato, un volto importantissimo per l’Italia, un volte che rappresenta l’eccellenza del nostro Paese all’estero: lei è la prima ballerina dell’Opera di Parigi, che mette a disposizione degli allievi di Amici 12 la sua esperienza nel campo di una delle discipline più difficili e probabilmente meno riconosciute in Italia.

Eleonora Abbagnato ha accettato la sfida lanciatale da Maria De Filippi e le motivazioni sono ammirevoli e di tutto rispetto. In una lunga intervista rilasciata a TGCom, la ballerina ha fatto sapere di essere onorata prima di tutto di avere l’opportunità di collaborare con Giuliano Peparini, il coreografo che prepara i ragazzi per il serale e che lei conosce e stima da molto tempo. La seconda motivazione, strettamente connessa alla prima, è che la danza in questa nuova versione di Amici è valorizzata davvero e non è seconda al canto, disciplina prediletta dalla trasmissione. Nella sua squadra c’è Nicolò, un talentuoso ballerino a cui lei tiene particolarmente:

“Ha un grande forza di volontà ed è molto appassionato, chiede sempre consigli. La prima cosa che mi ha chiesto è stato di potergli fare delle lezioni private dentro la scuola perché non faceva una lezione intera da quattro mesi. Era contentissimo della mia presenza”.

Miguel Bosè non c’è più ed è andato via in un momento cruciale della gara, Eleonora Abbagnato dunque arriva come direttore artistico della squadra blu in una situazione delicata, ma lo fa perché crede nella danza e in quello che la danza è capace di donare alla cultura italiana e lancia un messaggio a tutti i ragazzi che intraprendono la carriera nel mondo dello spettacolo:

“Non bisogna mollare mai, soprattutto in questo momento così difficile, cercando anche di non andare all’estero e restando in Italia a combattere. Come stanno facendo i ballerini del Maggio Danza di Firenze, assurdo che si voglia smantellare una compagnia di valore”.

Insomma, Eleonora Abbagnato ha accettato la sfida e la sta portando avanti in maniera eccellente e chissà, magari la sua determinazione, la sua classe e la sua disciplina saranno la carta vincente della squadra blu.

 

(b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto