American Horror Story: qual è la stagione più paurosa?

American Horror Story: qual è la stagione più paurosa?

La stagione numero 5 è attesa per il mese di ottobre. Prima di varcare al soglia dell’Hotel gestito da Lady Gaga, scandagliamo il substrato della nota serie tv, e cerchiamo di capire quale stagione ha brillato di più nel corso degli ultimi 4 anni.


American Horror story è una delle serie tv più chiacchierate del web. Creata da Ryan Murphy conosciuto per Nip/Tuck, Glee e Scream Queens (che butterà in America il prossimo 22 settembre), la serie antologica più paurosa di sempre è per diritto una delle produzioni più invitanti della tv. Ogni anno il cast si cimenta in una storia horror dal grande fascino che tocca temi come l’integrazione sociale, la famiglia, e la religione. In attesa che il prossimo ottobre debutti la  quinta stagione dello show, ambientata in un lugubre Hotel dominato dalla verve di Lady Gaga, analizziamo il fenomeno di American Horror Story e, nella sua interezza, cerchiamo di eleggere la stagione più bella, quella più intimistica e soprattutto quella che più ha sconvolto il pubblico.

Al quarto posto troviamo Coven. La congrega delle streghe guidata da una raggiante Jessica Lange, nonostante il grande impegno di tutto il cast, non è riuscita a convincere lo spettatore fino in fondo. La stagione infatti ha avuto una trama discontinua, troppo confusa che inesorabilmente è capitolata in un finale scialbo e senza cognizione di causa. Il trash, il fashion ed il no-sense hanno vinto sul fascino delle streghe e sull’inquietudine della magia nera. Una vera occasione sprecata per una stagione piena di buone premesse.

Al terzo posto c’è Freak Show. Il circo più strano ed inquietante della tv arriva quasi vicino al podio anche se, in tutta sincerità, neanche questa stagione ha brillato come dovrebbe. Dopo un buon incipit il plot stesso è caduto in un’infinità di no-sense e colpi di scena telefonati, una vera e propria baracconata. Non è bastato il fascino di Jessica Lance che eseguiva in totale stato di grazia Life on Mars, storico pezzo di David Bowie, ma neanche l’ambientazione circense ha influito sulla qualità della serie tv. Se il finale ha comunque riscattato una stagione non esaltante, i fan cominciano a vedere delle crepe nel noto franchise televisivo.

Al secondo posto troviamo Muder House. La prima storia horror americana si guadagna la medaglia d’argento per un motivo ben preciso: il finale pecca d’orgoglio e ricicla se stesso. Esatto, se non fosse stato per quell’ultimo episodio che ripropone gli stessi meccanismi del pilot, la serie sarebbe stata perfetta.

american_horror_story - ASYLUM
American Horror Story

Ciò nonostante Muder House brilla comunque per qualità, ricercatezza, brividi ed un cast da capogiro dove non solo Jessica Lange è l’indiscussa protagonista, ma anche Connie Britton (ora in Nashville) non è da meno.

stream-american-horror-story- FREAK SHOW
American Horror Story

E’ impossibile non trovare sul podio Asylum. La seconda stagione dello show è per diritto il momento più alto di questo provvidenziale franchise. Sarà stata l’ambientazione lugubre, quei personaggi dalla psicologia perfetta o tutto è ricondotto ad una trama studiata nei minimi dettagli, eppure è un fatto risaputo che la stagione numero 2 di American Horror Story è quella più bella e paurosa portata sul piccolo schermo da Ryan Murphy.

AMERICAN HORROR STORY: COVEN Head - Episode 309 (Airs Wednesday, December 11, 10:00 PM e/p) --Pictured: (L-R) Taissa Farmiga as Zoe, Jamie Brewer as Nan, Emma Roberts as Madison -- CR. Michele K. Short/FX
AMERICAN HORROR STORY: COVEN Head – Episode 309 (Airs Wednesday, December 11, 10:00 PM e/p) –Pictured: (L-R) Taissa Farmiga as Zoe, Jamie Brewer as Nan, Emma Roberts as Madison — CR. Michele K. Short/FX

Intanto diamo uno sguardo al trailer di American Horror Story: Hotel.

Di Carlo Lanna





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto