Alcatraz, sarà fenomeno anche in Italia?

Alcatraz, sarà fenomeno anche in Italia?

Ieri sera l’assaggino, l’aperitivo offerto gratuitamente al pubblico di Mediaset premium delle prime due puntate di “Alcatraz” la serie mistery…


Ieri sera l’assaggino, l’aperitivo offerto gratuitamente al pubblico di Mediaset premium delle prime due puntate di “Alcatraz” la serie mistery diretta da JJ Abrams (Lost e The Fringe) che in America ha debuttato lo scorso 16 gennaio diventando dopo poche puntate già un fenomeno di costume.

 

Tanto da scatenare disagi a non finire al personale che gestisce le visite guidate del famoso ex carcere federale del titolo. La responsabile della struttura ha lanciato l’allarme: molti turisti in visita al carcere compiono deviazioni rispetto ai tour guidati, intrufolandosi in aree private alla cerca della stanza segreta presente nel telefilm. Per limitare il fenomeno, la direttrice è stata costretta ad affiggere un’insegna gigante con scritto “Lo show tv ‘Alcatraz’ è una finzione, molte aree che descrive non sono reali. Le aree private non sono visitabili per la vostra sicurezza”.

 

Ad ogni modo se vi sentite esclusi per non aver potuto godervi dell’anteprima gratuita, gli episodi da oggi saranno visibili anche ai non abbonati su Premium Play e per 15 giorni.

 

Un inspiegabile mistero aleggia nella ormai turistica Alcatraz. Detenuti scomparsi nel 1963 dall’inespugnabile penitenziario della baia di San Francisco, riemergono freschi come margherite omicide mezzo secolo dopo. Come Jack Sylvane (Jeffrey Pierce) che si mette subito all’opera: uccidendo, picchiando, rubando e risolvendo vecchi conti. Un eccentrico cervellone (Jorge Garcia), una severa poliziotta bionda che sdrammatizza il suo sex appeal (Sarah Jones), e il burbero agente federale Emerson Hauser (Sam Neill) si mettono alla ricerca della soluzione. Niente può essere troppo semplice nella fantascienza rivisitata di Abrams. Ma le domande centrali restano semplici: come hanno fatto i detenuti a fuggire? E soprattutto dove sono stati negli ultimi 50 anni? Tra flashback sulla vita ad Alcatraz e sorprese riservate anche ai protagonisti, il mistero s’infittisce e ci torna in mente Hillary Clinton che, nel 2008, in piena campagna elettorale aveva preso l’impegno (scherzando s’intende) di chiedere ai produttori come andasse a finire Lost, altra creatura di successo di Abrams.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto