Abatantuono dirige “Area Paradiso”. Su Canale5

Abatantuono dirige “Area Paradiso”. Su Canale5

Sarà il verdetto pronunciato dall’auditel a decidere. Se lo share sarà basso: pollice verso. Ovvero niente seguito per il movie…


Sarà il verdetto pronunciato dall’auditel a decidere. Se lo share sarà basso: pollice verso. Ovvero niente seguito per il movie tv “Area Paradiso”. Se invece la risposta del pubblico sarà quella che a Mediaset si aspettano, la pellicola diretta e interpretata da Diego Abatantuono diventerà una serie. Questo lavoro, ambientato in un autogrill di campagna, si potrà  vedere su Canale 5 la sera di giovedì 8 dicembre.

 

Il posto di ristoro attorno a cui si sviluppa tutta la vicenda è idealmente collocato su una tranquilla superstrada che si snoda sulle colline toscane. Il traffico sull’arteria non è intensissimo e questo rappresenta il primo problema. Nel senso che un giorno, inaspettata, la serena vita degli abitanti di questo mondo in miniatura viene sconvolta da una raccomandata inviata dalla direzione generale.

La lettera parla chiaro: per colpa della crisi economica, il complesso rischia a breve la chiusura. Ma lo stesso grave pericolo, si viene a sapere, incombe su una struttura analoga che sorge sulla stessa tratta a pochi chilometri di distanza. Proprio la vicinanza fra le aree di servizio, entrambe poco redditizie e abbastanza vecchie, è alla base della decisione dei vertici aziendali che si sono resi conto che non è conveniente tenerle aperte tutte e due. Sopravviverà quella che produrrà più fatturato e una maggiore qualità dei servizi.

La dura legge del mercato. Il giudizio viene affidato a un emissario inviato dalla compagnia ovviamente in incognito. Il suo compito sarà quello di valutare l’operato dei vari addetti. Inizierà così una guerra all’insegna del mors tua vita mea in cui non mancheranno colpi bassi, ma anche momenti di comicità e di profonda solidarietà.

 

In regia Abatantuono ha avuto al fianco Armando Trivellini. Sul set ha indossato i panni del benzinaio Furio, un uomo sempre pronto al dialogo, saggio, ma anche duro quando serve. E soprattutto dominato da una grande paura di dover uscire dal microcosmo in cui s’è trovato a trascorrere la sua esistenza. Gli unici contatti che vuole avere con la realtà esterna sono quelli con la gente di passaggio che si ferma a fare rifornimento.

Accanto a lui il duo Ale (il suo assistente Saman) e Franz, nella parte di Poldo, il capo della ristorazione arrabbiato con il destino che non gli ha dato quello che si aspettava e sempre in cerca di una rivalsa. Nel cast di questa commedia corale ci sono anche Raul Cremona e Ugo Conti. E nell’orbita dell’area di servizio s’incontrano numerosi altri personaggi come il meccanico innamorato (Ricky Memphis), la donna dei suoi sogni (Maria Jesus Pierabella) e la moglie rassegnata (Karin Proia). (Marco Fornara)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto