50 sfumature di grigio… al posto della Bibbia

50 sfumature di grigio… al posto della Bibbia

L’ultima novità americana: il primo romanzo della trilogia rimpiazza addirittura la Sacra Bibbia. Ecco dove e soprattutto perché.


“La Bibbia non si addice più alla nostra società attuale, così laica. Cinquanta sfumature di grigio è il caso letterario dell’estate, ma so che alcune persone si vergognano a comprarlo. Ho pensato che sarebbe stato una gradita sorpresa per i nostri ospiti, inclusi gli uomini, trovarlo sul comodino”

Con queste parole Jonathan Denby ha deciso di motivare la sua scelta di donare ai clienti del suo hotel una lettura alternativa a quella classica che i vecchi gestori dell’albergo di Lake Distric hanno sempre fornito. Un benvenuto decisamente fuori agli schemi per gli ospiti, un benvenuto distante dal precedente e, a detto di qualcuno, molto stimolante.

A quanto pare però Denby non è stato l’unico a impadronirsi del best seller di E.L. James. La compagnia aerea Virgin ha incluso nella sua gamma di intrattenimento di volo l’audiobook di 50 sfumature di grigio, motivando così la scelta:

“In questo modo le nostre passeggere potranno avere l’opportunità di assaporare il libro privatamente, lontano da occhi inquisitori”.

Insomma, dovremmo cominciare a chiamare il libro di E.L. James 50 sfumature di marketing!





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto