150 anni di Unità. Dopo la festa l’approfondimento, si comincia dalla Venaria

150 anni di Unità. Dopo la festa l’approfondimento, si comincia dalla Venaria

VENARIA REALE (To) – Con il convegno La storia della storia patria – organizzato dal Consorzio La Venaria Reale e…


VENARIA REALE (To) – Con il convegno La storia della storia patria – organizzato dal Consorzio La Venaria Reale e dalla Giunta centrale per gli studi storici col patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – ha inizio l’attività di ricerca della Reggia di Venaria per il centocinquantenario dell’Unità d’Italia.

La definizione d’un canone storico nazionale ricopre un ruolo centrale nel processo di unificazione della Penisola. Dalla Deputazione di storia patria, voluta da Carlo Alberto nel 1833 alla Giunta centrale per gli studi storici nel 1934, diversi enti sono stati preposti dallo Stato alla sua elaborazione. Essi hanno così costituito un momento fondamentale nella cultura del nostro Paese, animati dalla tensione fra uso politico della storia e libertà della ricerca.

La ragione di questo convegnodice il professor Paolo Prodi, presidente della Giunta centrale per gli studi storici è che le Deputazioni e le Società di storia patria insieme ai nuovi Istituti nazionali hanno costituito nei decenni successivi all’unificazione italiana il più grande fattore di integrazione culturale dell’Italia unita dal punto di vista geo-politico e dal punto di vista sociale. Credo che siano state, almeno sino alla prima guerra mondiale, il più importante collante per la formazione di una coscienza civile fondata sulla storia”.  Il convegno si inserisce nella programmazione delle attività per il 150° anniversario di Esperienza Italia e delle celebrazioni ufficiali di Torino, di cui la Reggia di Venaria, che nel 2011 è la Reggia d’Italia, è una delle sedi principali. Ingresso libero, fino ad esaurimento posti. Informazioni: ufficio.studi@lavenariareale.it





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto