WhatsApp: 5 trucchi per spiare le conversazioni private

WhatsApp: 5 trucchi per spiare le conversazioni private

Ecco cinque semplici trucchi per spiare un altro account di WhatsApp, con alcuni consigli utili per difendersi da eventuali tentativi di intrusione


ATTENZIONE: la presente guida ha scopo puramente informativo. Spiare le conversazioni private di WhatsApp è un reato penalmente perseguibile.

Rubare il database delle conversazioni

Le conversazioni possono essere rubate prelevando il database in cui WhatsApp inserisce le copie di Backup dei messaggi inviati e ricevuti. L’app salva le conversazioni in una cartella dedicata che si trova nella memoria del vostro smartphone: per prelevarle è sufficiente individuare il database (il file avrà estensione “crypt8”), trasferirlo su un altro dispositivo e decrittarlo con il software per Android “adb”.

Utilizzare WhatsApp Sniffer

Un altro trucco per spiare le conversazioni private consiste nell’utilizzare un software spia di terze parti. Il più famoso è senza ombra di dubbio WhatsApp Sniffer: per saperne di più, leggete questa guida.

Utilizzare Cerberus

Un’altra celebre applicazione spia è Cerberus, presente sul Google Play Store. Cerberus consente di prelevare gli screenshot delle conversazioni direttamente dallo smartphone della vittima, ma l’operazione di salvataggio e successiva analisi delle immagini è piuttosto laboriosa e deve essere effettuata nell’istante preciso in cui ha luogo lo scambio di messaggi.

Utilizzare Whatsapp Web

Arrivato da poco, WhatsApp Web è un client che consente di utilizzare WhatsApp su PC tramite il browser Google Chrome. Una piccola falla nel sistema di log-out, non ancora corretta, consente di monitorare qualsiasi account in remoto, a patto che vengano soddisfatti alcuni requisiti. Per saperne di più, leggete questa guida

Utilizzare la tecnica del MAC spoofing

La tecnica in assoluto più efficace per spiare le conversazioni private di WhatsApp è quella del MAC Spoofing, che abbiamo riassunto in 8 punti all’interno di questo articolo. Seppur non immediata, questa tecnica consente di clonare l’account WhatsApp della vittima su un altro smartphone (a patto di possedere i permessi di root).

Come difendere la propria privacy

Se spiare le conversazioni di WhatsApp è piuttosto semplice, a patto di possedere le conoscenze necessarie, difendersi lo è ancora di più! In questo articolo troverete alcuni trucchi utili per mettere al sicuro il vostro smartphone da ogni tentativo di intrusione.
https://www.youtube.com/watch?v=24JLxhvEllY





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto