Samsung furto in Brasile da 27 milioni di euro

Samsung furto in Brasile da 27 milioni di euro

Rubati in una fabbrica Samsung in Brasile 40 mila pezzi tra cellulari tablet e computer


Un furto di apparecchi Samsung per un valore di circa 27 milioni di euro, pari a 80 milioni di reais brasiliani, è stato compiuto in una fabbrica della multinazionale coreana situata ad un centinaio di chilometri da San Paolo. Campinas, questa la località, sarà ricordata nella storia per il volume di apparecchi elettronici trafugati, e che per il loro trasporto sono stati necessari ben sette Tir. Un furto certamente pilotato e con parecchi basisti all’interno dell’azienda, queste le prime supposizioni della polizia, per poter avere la possibilità, da parte di una ventina di hacker su gomma, di poter immobilizzare 50 uomini addetti alla sicurezza e circa 200 dipendenti.

Una azione studiata a regola d’arte, quasi algoritmica, visto che i ladri hanno potuto in fretta nascondere l’importante volume dei mezzi di trasporto, ben sette veicoli pesanti. In 40 mila i pezzi stimati che mancheranno nei magazzini di spedizione tra cellulari, tablet e computer, per un furto che macchierà certamente l’efficienza del marchio coreano. Non crediamo che nel Quartier Generale della Samsung qualcuno possa fare il Seppuku o il Harakiri, ma il furto avvenuto è uno di quelli che pesa e la data di esecuzione sicuramente non è stata programmata a caso.

Siamo a poche ore dall’incontro di calcio tra il Brasile contro la Germania, valevole per la semifinale del Campionato del Mondo e qualche distrazione da parte di tutti in terra di Brasile l’evento lo sta procurando. Non per i ladri però.

Francesco Serviente





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto