iPhone 6: rumors aggiornati su uscita, prezzo, design e caratteristiche

iPhone 6: rumors aggiornati su uscita, prezzo, design e caratteristiche

Tutte le ultime indiscrezioni su data di uscita, prezzo e caratteristiche di iPhone 6 per fare il punto della situazione a pochi giorni dall’annuncio ufficiale


IPHONE 6, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE A SEI GIORNI DALL’ANNUNCIO

A meno di sorprese, la presentazione ufficiale di iPhone 6 avverrà nel keynote Apple del prossimo 9 settembre. L’evento potrà essere seguito in diretta video a partire dalle ore 19:00 [CET +1], ma non è ancora chiaro se verrà trasmesso sui canali di streaming internazionali oppure, al contrario, sarà un’esclusiva per i clienti registrati. Al di la dei dubbi sulla presentazione, comunque, le specifiche tecniche del melafonino – così come il suo design – sono note ormai da tempo.IPhone 6 arriverà nei negozi ricco di novità che riguarderanno sia look che la sostanza. Lo smartphone uscirà in due modelli, uno con display da 4.7 pollici in Gorilla Glass 3 (anche se non sono da escludere sorprese dell’ultimo minuto) e l’altro con display da 5.5 pollici interamente realizzato in vetro zaffiro. I pannelli frontali adotteranno la collaudata tecnologia Retina e, presumibilmente, anche l’innovativa Quantum Dot; rispetto al passato saranno più definiti, con una densità di pixel media che varierà tra i 356 ppi e i 416 ppi, e avranno una risoluzione maggiore (leggete qui per ulteriori dettagli).

Nonostante l’aumento delle dimensioni entrambi i dispositivi saranno sottilissimi, caratteristica che garantirà una discreta maneggevolezza. Il loro peso, in virtù della nuova scocca ultraleggera in liquidmetal e alluminio, non sarà diverso da quello dei predecessori. Le specifiche hardware costituiranno una diretta evoluzione di quelle già presenti su iPhone 5S: in base alle informazioni raccolte finora possiamo affermare con certezza che il SoC in dotazione al melafonino sarà un Apple A8 con architettura a 64 bit e CPU cloccata a 2 Ghz, accompagnato dalla GPU PowerVR GX6650 di Imagination Technologies, da un coprocessore di movimento integrato e da 1 GB di RAM onboard. La dotazione di ROM interna varierà tra i 16 GB e i 64 GB, almeno per il modello standard con display da 4.7 pollici, mentre nel caso della versiona phablet con display maggiorato raggiungerà i 128 GB. Le maggiori novità saranno probabilmente costituite dal chip NFC, la cui adozione è stata recentemente confermata da alcuni leak comparsi sul web, dal nuovo sensore Touch ID (completamente ridisegnato) e dall’introduzione di un sensore biometrico adibito al rilevamento della pressione atmosferica (nome in codice Phosphorus). Gli unici dubbi riguardano la fotocamera: alcune fonti sostengono che monterà un sensore da 8 Megapixel analogo a quello di iPhone 5S, mentre altre assicurano l’integrazione di un nuovo sensore Sony da 13 Megapixel con Flash True Tone. Il sistema operativo in dotazione a iPhone 6 sarà iOS 8, attualmente in fase di beta testing presso i carrier telefonici autorizzati, che tra pochi giorni raggiungerà lo stadio di Gold Master.

Le specifiche che abbiamo riportato costituiscono un sunto di tutti i leaks più attendibili raccolti finora sul web. Negli ultimi giorni gran parte delle indiscrezioni hanno trovato conferma in alcuni video pubblicati dalle aziende manifatturiere che si stanno occupando dell’assemblaggio di iPhone 6. L’ultimo in ordine di tempo è quello di Feld&Volk, che potete vedere qui sotto.

Parliamo ora del prezzo. Secondo le più recenti indiscrezioni sembra che iPhone 6 costerà dai 750 ai 950 dollari, a seconda del modello. Alcune fonti sostengono che la versione phablet da 5.5 pollici potrebbe costare più di 1000 euro, ma per il momento non ci sono conferme. Quel che è certo è che il nuovo melafonino potrà essere usato come una vera e propria carta di credito, in virtù dell’accordo recentemente stipulato da Apple con American Express: per saperne di più vi invitiamo a leggere il nostro articolo di ieri, che troverete a questo indirizzo. Se siete curiosi di dare un’occhiata ai leak pubblicati finora, invece, vi invitiamo a visitare la nostra pagina Facebook ufficiale, nella quale troverete anche tutte le ultime news riguardanti iPhone 6 (aggiornate in tempo reale). Per comodità, nel proseguo dell’articolo abbiamo riportato tutte le più importanti indiscrezioni raccolte nelle ultime due settimane.

IPHONE 6, NUOVE FOTO DI CHIP NFC E SOC APPLE A8

Feld&Volk e Sonny Dickson hanno pubblicato una nuova galleria fotografica che ritrae la scheda madre di iPhone 6. Osservando le immagini è possibile notare sia il nuovo SoC Apple A8 che il chip NFC (etichettato come NSD425) del quale si era tanto parlato nei mesi scorsi.

IPHONE 6, NUOVI INDIZI NEL CODICE DI IOS 8

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale di iPhone 6, che avverrà all’interno del keynote Apple del prossimo 9 settembre, è arrivata la conferma definitiva sulle dimensioni del display. Dopo un’attenta analisi del codice di iOS 8 beta 5, 9to5Mac ha scoperto che il nuovo melafonino avrà un pannello frontale più grande rispetto a quello di iPhone 5S e produrrà immagini di risoluzione superiore.

iPhone 6 risoluzione

9to5Mac ha notato che alcuni file di sistema contenuti nell’update, in particolare icone e immagini, sono accompagnate dalla dicitura 3X, comunemente utilizzata per contrassegnare dati multimediali compatibili con display ad alta risoluzione. Per ottenere una conferma definitiva sulle reali dimensioni del display, 9to5Mac ha escogitato un test ingegnoso: dopo aver avviato iOS 8 Beta 5 con un simulatore i tecnici hanno inserito un set di immagini caratterizzate da tre suffissi (1x, 2x, 3x) con l’obiettivo di verificare quali file sarebbero stati riconosciuti in automatico dal sistema operativo e quali no. Una volta partito il test iOS 8 ha caricato sempre le immagini in scala 3X, in modo del tutto indipendente dalle dimensioni del display utilizzato sul simulatore.

iPhone 6 iOS 8 codiceNel proseguo dell’esperimento i tecnici di 9to5Mac hanno inserito immagini di risoluzione superiore (da 4X a 8X), ma il risultato è stato lo stesso: iOS 8 ha selezionato i dati con suffisso 3X ad ogni singola iterazione della procedura. In base ai risultati è immediato dedurre che le API del sistema operativo siano state ottimizzate per caricare dati multimediali ad una risoluzione specifica. La conclusione che se ne può trarre è una soltanto: iPhone 6 avrà un display con scala 3X. In termini pratici questo dato si tradurrà in una risoluzione di 1704×960 pixel o 1242×2280 pixel, decisamente superiore rispetto a quella di iPhone 5S (1136×640 pixel).

IPHONE 6, VETRO ZAFFIRO ANCHE SUL MODELLO DA 7.7 POLLICI

In base ad una nuova indiscrezione diffusa da 9to5Mac, sembra che il vetro zaffiro di cui si è tanto parlato negli ultimi mesi non sarà una prerogativa della versione phablet di iPhone 6, ma verrà integrato anche in alcuni dei modelli con display da 4.7 pollici. La fonte della notizia è una nota agli investitori scritta dall’analista Matt Margolis, della quale 9to5Mac riporta un estratto:


“According to sources close to Foxconn’s manufacturing operations the iPhone 6 will come built with sapphire cover screens in both sizes. These sources have also indicated that the 4.7” Phone 6 is being assembled in two varieties, a sapphire cover screen version and a version featuring Gorilla Glass. At this point I do not know the approximate mix between the two cover screen options on the 4.7” iPhone 6. My latest check on the 5.5” iPhone 6 indicates that all units of the device are expected to come protected by a sapphire cover screen at this point”.

All’interno del testo pubblicato da 9to5Mac si legge che il modello da 4.7 pollici del melafonino sarà prodotto in due varianti, una con display in Gorilla Glass e l’altra con display in vetro zaffiro, ma l’esatta percentuale di device assemblati con il nuovo materiale non è ancora nota. Margolis conferma anche che il vetro zaffiro verrà incluso in tutti i pannelli da 5.5 pollici.

IPHONE 6, ALTRE FOTO DELLE COMPONENTI DA NOWHEREELSE

Negli ultimi giorni i leak sulle componenti interne di iPhone 6 si stanno moltiplicando ad un ritmo incessante Nowhereelse.fr ha pubblicato l’ennesima galleria fotografica dedicata al nuovo melafonino, analizzando ogni singolo scatto in ricerca di dettagli utili per capire cosa troveremo sotto la scocca del device. Se volete saperne di più, l’articolo originale di Nowhereelse è accessibile a questo indirizzo.

IPHONE 6, IL LAUNCH TRAILER IN 4K DI SETSOLUTION

Setsolution, società specializzata nella produzione di contenuti multimediali, ha realizzato un nuovo video che mostra come potrebbe essere il trailer ufficiale di iPhone 6. Ecco il filmato:

IPHONE 6, LEAK DEL NUOVO FLASH TRUE TONE

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale di iPhone 6, in programma (a meno di sorprese) per il prossimo 9 settembre, in rete continuano a comparire nuovi leak del melafonino. Il noto portale 9to5Mac ha pubblicato una galleria fotografica che ritrae alcune delle componenti interne dello smartphone di Cupertino, tra le quali spicca il Flash True Tone. La fonte delle immagini recuperate da 9to5Mac è ElekWorld, trade company che opera a livello internazionale nel campo dell’elettronica.

I leak di ElekWorld confermano quanto già si sospettava, ovvero che iPhone 6 sarà caratterizzato da un netto cambio di design rispetto a iPhone 5S, anche nelle sue componenti interne. In particolare, come si può notare nelle immagini, il nuovo Flash True Tone avrà una forma meno allungata e più tondeggiante rispetto al passato. L’hardware mostrato dai leak verrà equipaggiato sia dalla versione standard di iPhone 6, quella con display da 4.7 pollici, sia dalla versione phablet.

IPHONE 6, ECCO IL SENSORE BIOMETRICO PHOSPHORUS

Alcuni giorni fa sul web erano comparsi alcuni schemi di iPhone 6 che mostravano un misterioso chip integrato sulla scheda madre del melafonino. Le poche informazioni disponibili inducevano a pensare che si trattasse del nuovo coprocessore di movimento M8, ma nelle ultime ore Leecbacker, uno smaliziato utente iscritto al forum di MacRumors, ha notato alcuni dettagli che sembrerebbero puntare in un’altra direzione. Secondo Leecbacker il chip mostrato negli schemi in realtà non è un coprocessore di movimento, bensì un sensore biometrico adibito al rilevamento della pressione atmosferica.

“Il chip riportato negli schemi è caratterizzato dall’identificativo BMP282. Sono sicuro al 99,9% che si tratti di un sensore biometrico Bosch per il rilevamento della pressione atmosferica, simile al BMP280”, scrive Leecbaker sul forum. “Le varianti di BMP hanno spesso numeri identificativi diversi. Se Apple avesse effettivamente chiesto a Bosch una versione ottimizzata del chip BMP280, questo spiegherebbe la differenza nell’identificativo.”

In effetti il chip mostrato dai leak è in tutto e per tutto simile a quello di Bosch, elemento che sembra confermare l’analisi di Leecbaker. Per scoprire la verità dovremo attendere il prossimo 9 settembre, giorno in cui Apple svelerà al mondo il suo nuovo melafonino.

IPHONE 6 vs IPHONE 5, LA FOTOGALLERY DI 9TO5MAC

A partire dal mese di aprile del 2014 la rete è stata letteralmente invasa da concept e render riguardanti iPhone 6. Con l’arrivo dell’estate sono arrivati anche i primi leak, accompagnati da immagini e video focalizzati sugli innumerevoli mockup del melafonino assemblati dai fan. L’ultima carrellata di foto arriva da Yaya888 e Gizmobic, che propongono un confronto tra iPhone 6 e iPhone 5. Il mockup utilizzato per realizzare la comparativa è uno dei più accurati prodotti finora e il suo design, a meno di sorprese, dovrebbe essere quasi del tutto identico a quello del prodotto finito. La fotogallery è stata pubblicata dal noto portale 9to5Mac in questo articolo del 24 agosto.

IPHONE 6, NUOVO LEAK DEL MANUALE UTENTE CONFERMA LA DATA DI USCITA

Un nuovo leak arrivato nella redazione di Nowhereelse.fr sembrerebbe offrire la conferma definitiva sulla data scelta da Apple per la presentazione ufficiale di iPhone 6. Il leak in questione, che consiste in una foto del manuale utente del nuovo melafonino, indica martedì 9 settembre come giorno designato per l’annuncio e conferma quanto suggerito dalle indiscrezioni emerse a partire dalla seconda settimana di agosto. All’interno dell’articolo pubblicato su Nowhereelse.fr l’autore ha avuto cura di specificare che l’attendibilità del leak è fuori discussione, perché il materiale proviene da un contatto cinese di lunga data che lo scorso anno aveva già anticipato l’adozione della tecnologia TouchID con scanning delle impronte digitali su iPhone 5S.

Se autentica, la foto pubblicata da Nowhereelse confermerebbe uno dei trend più in voga nel mondo della tecnologia mobile, che spesso vede i grandi produttori inserire la data di presentazione ufficiale all’interno delle immagini promozionali dei dispositivi (quasi sempre sul display). Sebbene il manuale utente riportato nel leak con ogni probabilità non rispecchi la versione definitiva che accompagnerà iPhone 6 durante la presentazione, il contatto cinese assicura che non ci saranno grandi cambiamenti e la data del 9 settembre dovrebbe essere quella definitiva. L’autore dell’articolo conclude riportando un’altra interessante indiscrezione relativa alla dotazione di memoria interna del modello da 4.7 pollici di iPhone 6, che analogamente al fratello maggiore da 5.5 pollici arriverà fino a 128 GB. Se così fosse, non è da escludere che il prezzo della versione standard del melafonino potrebbe variare in un range compreso tra i 750 dollari (iPhone 6 4.7 pollici con 16 GB di ROM) e i 900 dollari (iPhone 4.7 pollici con 128 GB di ROM).

Le novità diffuse da Nowhereelse ci aiutano a completare il quadro delle caratteristiche di iPhone 6, permettendoci di delineare un identikit piuttosto preciso del melafonino. Secondo le indiscrezioni più attendibili raccolte finora sembra ormai certo che iPhone 6 uscirà in due versioni, come anticipato in corpo all’articolo: la prima avrà un display Retina da 4.7 pollici realizzato in Gorilla Glass 3, la seconda monterà invece un pannello da 5.5 pollici in vetro zaffiro. La dotazione hardware delle due versioni sarà pressoché identica: sotto la scocca ultraleggera in lega d’alluminio con innesti di liquidmetal troveremo il nuovo SoC A8 con processore 64 bit dual-core cloccato a 2 Ghz, 1-2 GB di RAM, coprocessore di movimento integrato M8 e GPU PowerVR 6650 con tecnologia di ray-tracing in tempo reale. Ad accompagnare CPU, RAM e GPU ci saranno una versione aggiornata di TouchID, nuovi sensori e una fotocamera che secondo indiscrezioni potrebbe montare un sensore da ben 12 Megapixel, del tutto inedito per la gamma iPhone.

IOS 8 GOLD MASTER IN ARRIVO, APPLE RILASCIA LA BETA 6 AGLI OPERATORI

Dopo il rilascio della Beta 5, avvenuto nei primi giorni del mese di agosto, finalmente si torna a parlare di iOS 8: il nuovo sistema operativo di Apple, che a breve raggiungerà il traguardo della Gold Master, è stato appena consegnato ai carrier telefonici autorizzati in versione Beta 6 assieme a OS X Yosemite. Il fatto che la nuova versione preliminare di iOS 8 non sia stata aperta anche agli sviluppatori è piuttosto indicativa dell’urgenza con cui Apple intende completare e rilasciare la Gold Master, una fretta dettata con ogni probabilità dall’imminente arrivo sul mercato di iPhone 6. La Beta 6 di iOS 8 introduce numerossisimi bugfix che riguardano sia la connettività (eliminati i problemi di attivazione involontaria del 4G LTE) che il comparto applicativo: nel dettaglio, è stata migliorata la qualità delle videochat con Facetime, sono stati eliminati i bug di compatibilità che affliggevano la funzione Continuity, il Control Center, l’app Mail e sono stati risolti i bug relativi a iCloud, iTunes Store, Mappe, Messaggi, Telefono, Foto e Game Center. La Beta 6 dovrà essere approvata dagli operatori entro il 5 di settembre: nel caso in cui il responso dovesse essere positivo, è probabile che iOS 8 entrerà in fase di Gold Master già a partire dalla seconda settimana del mese.

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto