iPhone 6 sul mercato il 9 settembre, tutto ciò che dovete sapere sul nuovo melafonino

iPhone 6 sul mercato il 9 settembre, tutto ciò che dovete sapere sul nuovo melafonino

iPhone 6 verrà annunciato da Apple nel suo keynote di settembre, ecco un riassunto di tutte le principali caratteristiche del melafonino in attesa della presentazione ufficiale


Gli ultimi rumors della rete suggeriscono che iPhone 6 potrebbe essere annunciato già il 9 settembre, con arrivo sul mercato previsto entro il 19: l’indiscrezione, diffusa in origine da Re/Code e successivamente ripresa da alcune delle più importanti testate di settore, è forse una delle informazioni più attendibili emerse finora sul nuovo melafonino. Un’importante conferma dell’imminente uscita di iPhone 6 in realtà era già arrivata ad inizio agosto da Brikk, che aveva avviato le prenotazioni della versione extra lusso del device, ma la soffiata di Re/Code ha il merito aggiuntivo di fissare una data di uscita precisa, che si accoppia alla perfezione con le indiscrezioni trapelate lo scorso luglio dai documenti ufficiali di Deutsche Telekom.

Al di là della data di uscita, cos’altro sappiamo sul nuovo melafonino? Sappiamo che uscirà in due versioni, una con display da 4.7 pollici e l’altra, molto simile ad un phablet, con display da 5.5 pollici. La decisione di aumentare le dimensioni dello schermo, che sancisce il definitivo abbandono della filosofia di Steve Jobs, è perfettamente in linea con gli attuali trend di mercato, favorevoli ai device con schermo di dimensioni superiori ai 5 pollici. Quello che potrebbe dare una marcia in più ad iPhone 6 rispetto alla concorrenza è il vetro zaffiro, un materiale molto resistente (e altrettanto costoso) che a breve diventerà uno degli standard di riferimento nella produzione di pannelli touch destinati al mercato mobile. Il vetro zaffiro di Apple, che ha già dimostrato tutte le sue qualità in alcuni video test pubblicati su YouTube, molto probabilmente sarà una caratteristica esclusiva del display di iPhone 6 phablet, mentre il modello standard da 4.7 pollici dovrà ‘accontentarsi’ del Gorilla Glass 3. Non è tutto: proprio a causa dei costi del vetro zaffiro e delle difficoltà incontrate durante la fase di produzione del display da 5.5 pollici, la versione phablet di iPhone 6 potrebbe vedere la luce solamente nel 2015.

Le specifiche tecniche del prossimo melafonino non si discosteranno molto da quelle di iPhone 5S, ne costituiranno più che altro un’evoluzione: sotto la scocca in lega di alluminio e liquidmetal troveremo infatti il nuovo SoC A8 con CPU dual-core a 64 bit, architetturalmente simile ad A7, la GPU PowerVR GR6500 di Imagination Technologies, il coprocessore di movimento M8 e 1-2 GB di RAM. Grazie al nuovo processo produttivo a 22 nanometri il SoC di iPhone 6 non solo sarà più veloce del vecchio A7, ma sarà anche più efficiente e lavorerà a temerature di regime più basse. Secondo le prime stime degli analisti, iPhone 6 sarà mediamente del 50% più veloce rispetto a iPhone 5S. Voci sempre più insistenti sostengono che iPhone 6 phablet avrà un hardware ancora più performante, ma per il momento non sono ancora emersi dettagli in grado di confermare o smentire l’indiscrezione. Quel che è certo è che cambierà anche lo spazio di archiviazione, che raggiungerà una capienza massima di 128 GB. Altre novità degne di nota saranno il nuovo sensore TouchID, che abbiamo già potuto ammirare grazie ad alcuni leaks comparsi sul web due settimane fa, la fotocamera con sensore Sony da 13 Megapixel e iOS 8. In settimana sono emersi ulteriori dettagli anche sulle dimensioni del nuovo melafonino, che secondo una fonte vicina a Foxconn saranno pari a 138 mm x 66 mm x 6,9 mm (iPhone 6 4.7 pollici) e 158 mm x 78 mm x 7,1 mm (iPhone 6 phablet). Se confermate, da questo punto di vista le misure trasformerebbero iPhone 6 in un vero e proprio capolavoro di ingegneria in grado di dare del filo da torcere anche all’LG G3.

iPhone 6iPhone 6

Il costo di iPhone 6 sarà molto simile a quello di iPhone 5S: le stime parlano di un prezzo di listino compreso tra i 700 euro (modello standard da 4.7 pollici con 16 GB di memoria) e i 1000 euro (versione phablet da 5.5 pollici). I modelli extralusso di Brikk invece costeranno dai 3500 agli 8400 dollari.

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto