iPhone 6 e iOS 8 Gold Master insieme il 19 settembre, dubbi su iWatch (VIDEO)

iPhone 6 e iOS 8 Gold Master insieme il 19 settembre, dubbi su iWatch (VIDEO)

Tutte le ultime indiscrezioni su iPhone 6 a poco più di 24 ore dalla presentazione ufficiale del 9 settembre, con informazioni aggiornate su data di uscita, prezzo, design e caratteristiche del melafonino, sulla release di iOS 8 Gold Master e sul possibile annuncio di iWatch


AGGIORNAMENTO 17:00 – LA BATTERIA DI IPHONE 6 DURERÀ IL DOPPIO

Nel primo pomeriggio sono emerse nuove indiscrezioni riguardanti la batteria di iPhone 6. Secondo fonti ben informate sembra che sarà all’incirca due volte più potente di quella equipaggiata dal “vecchio” iPhone 5S, stima che sembra combaciare con le informazioni contenute nel video diffuso da Nowhereelse nella giornata di ieri. L’incremento della capacità di carica a 2.100 mAh (iPhone 6 4.7 pollici) e 2.915 mAh (iPhone 6 5.5 pollici) dovrebbe garantire, almeno in linea teorica, un autonomia complessiva di 19 ore in condizioni di utilizzo moderato, contro le 10 ore di iPhone 5S.

AGGIORNAMENTO 16:20 – IPHONE 6 IN ITALIA A FINE OTTOBRE

Negli USA e in tutti gli altri mercati di prima fascia iPhone 6 arriverà il 19 settembre, ma noi italiani dovremo attendere almeno fino alla seconda metà del mese di ottobre. La fonte dell’indiscrezione è iPhone Italia, che ha ricevuto la soffiata da un contatto interno dell’operatore telefonico 3 Italia. La decisione di posticipare l’uscita dei suoi nuovi dispositivi sul suolo italiano non sarebbe nuova per Apple, che in passato ci ha abituati più volte a lunghe attese. Secondo l’informatore di iPhone Italia, Apple non avrebbe ancora contattato 3, come si dovrebbe fare secondo prassi per evitare inconvenienti al day-one e preparare una stima degli ordini.

IPHONE 6 E IOS 8 INSIEME IL 19 SETTEMBRE, DUBBI SU IWATCH

Tra poco più di 24 ore Apple svelerà al mondo intero il nuovo e attesissimo iPhone 6, su questo ormai non ci sono dubbi. La situazione di iOS 8 e iWatch invece è più complessa: il primo non ha ancora raggiunto la versione Gold Master e si sono perse le tracce dell’ultima Beta, che Cupertino sembrerebbe aver rilasciato solo ai carrier telefonici autorizzati; sul secondo le informazioni sono ancora più frammentarie e alcune fonti sostengono che non verrà annunciato prima del 2015, mentre Reuters continua a puntare sul Keynote ufficiale di domani. Gli ultimi rumors della rete sembrerebbero dare ragione all’agenzia stampa britannica, ma in assenza di conferme i dubbi rimangono. Se Reuters avesse ragione, iOS 8 Gold Master potrebbe uscire contemporaneamente alla commercializzazione del modello da 4.7 pollici di iPhone 6, seguito a breve distanza dalla versione stabile e definitiva, mentre iWatch arriverebbe negli store ufficiali a partire dalla seconda metà del mese di ottobre. Per ulteriori informazioni sul Keynote Apple di domani vi invitiamo a leggere il paragrafo riassuntivo che abbiamo riportato in fondo a questo articolo.

IPHONE 6, DALLA CINA ARRIVA LA PRIMA VIDEORECENSIONE

La prima recensione ufficiale di iPhone 6 arriva dalla Cina e coglie tutti di sorpresa. Nelle ultime ore sul web è comparso un nuovo video che mette a confronto il nuovo melafonino con il suo diretto predecessore iPhone 5S. Le fonti assicurano che il dispositivo protagonista del filmato è autentico e proviene da contatti molto vicini alla linea produttiva di Apple, anche se qualche dubbio è legittimo. La videorecensione è interessantissima e, almeno in apparenza, non contiene elementi che facciano pensare ad una falsificazione costruita ad arte. Ecco il video:

IPHONE 6 PHABLET, SIMULAZIONE MOSTRA LE POTENZIALITÀ DEL DISPLAY

Secondo il blogger americano John Gruber il display del modello phablet di iPhone 6 avrà una risoluzione di 2208×1242 pixel, conformemente a quanto anticipato la scorsa settimana da 9to5Mac nell’analisi del codice di iOS 8 (https://www.tvdaily.it/lang/it/2014/09/01/iphone-6-indizi-nel-codice-ios-8-immagini-3x-display-risoluzione-maggiorata/). Un’ulteriore conferma è arrivata di recente anche dallo sviluppatore Steven Troughton-Smith, che ha scoperto delle particolari modifiche apportate da Apple nel simulatore di iOS. Il nuovo simulatore mostra l’aspetto che avrebbero le applicazioni di iOS 8 su un display a risoluzione maggiorata: potete dare un’occhiata ai risultati nella gallery qui sotto.

La conformazione delle immagini restituite dal simulatore ricorda da vicino l’esperienza che si avrebbe con un iPad, soprattutto osservando la modalità landscape. Molte delle app ora possono visualizzare a schermo quantità maggiori di informazioni: l’esempio più lampante è costituito da Game Center, che sul nuovo display da 5,5 pollici può funzionare anche in orizzontale. Purtroppo, sempre secondo Smith, il modello da 4,7 pollici non sarà in grado di supportare immagini alla stessa definizione, soprattutto a causa della risoluzione fissata a 1472×828 pixel.

IPHONE 6, CHINA TELECOM NE SVELA LE SPECIFICHE

China Mobile avvia le prenotazioni per il nuovo melafonino e, a distanza di poche ore, China Telecom ne svela le caratteristiche, aprendo addirittura una pagina interamente dedicata allo smartphone di Apple. Purtroppo i contenuti sono stati rimossi nel giro di alcuni minuti, ma non abbastanza rapidamente da passare inosservati agli occhi attenti del web. La pagina di China Telecom conteneva un format per il pre-order di iPhone 6, realizzato in pieno stile Apple, seguito da informazioni dettagliate riguardanti le specifiche tecniche del dispositivo.

iPhone 6 China Telecom

I dati di China Telecom erano del tutto identici a quelli riportati nei rumors più gettonati degli ultimi mesi, e confermavano sia i due tagli di display (4.7 e 5.5 pollici) che la dotazione hardware di iPhone 6 (SoC A8, batteria da 2.100 mAh, Touch ID migliorato, fotocamera frontale da 3 Megapixel). L’offerta dava la possibilità all’utente di preordinare il melafonino e ricevere in omaggio una carta prepagata da 200 yan (circa 25 euro).

IPHONE 6, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE ALLA VIGILIA DEL KEYNOTE APPLE

Il conto alla rovescia per la presentazione ufficiale del nuovo iPhone 6 sta per concludersi: tra poco più di 24 ore Apple svelerà al mondo l’ultima incarnazione del suo celebre melafonino, e lo farà sullo stesso palco che 30 anni fa vide un giovanissimo Steve Jobs annunciare il primo Macintosh. L’inizio del Keynote è fissato per le ore 10:00 di domani al Flint Center For The Performing Art di Cupertino, quando in Italia saranno le 19; l’evento verrà trasmesso in diretta streaming internazionale su un canale dedicato, e potrà essere seguito da tutti i possessori di iPhone, iPad, Mac e Apple TV. Niente da fare per gli utenti PC, che dovranno accontentarsi di seguirlo in differita appoggiandosi a canali di streaming non ufficiali.

Grazie ai numerosissimi leak comparsi sul web a partire dalla scorsa primavera, di iPhone 6 ormai sappiamo quasi tutto. I pochi dubbi rimasti riguardano principalmente alcuni dettagli di design secondari e il Keynote di domani non dovrebbe riservare grandi sorprese. La sesta generazione di iPhone si presenterà al pubblico in due diverse incarnazioni, entrambe dotate di display maggiorato: la prima monterà un pannello Retina con diagonale da 4.7 pollici realizzato in Gorilla Glass, la seconda uno da 5.5 pollici interamente rivestito in vetro zaffiro (maggiori dettagli qui). Nonostante l’aumento complessivo delle dimensioni l’ingombro sarà piuttosto contenuto, in virtù di uno spessore ridottissimo (circa 6 millimetri) e di un peso pressoché analogo a quello di iPhone 5S. Per aumentare la comodità di utilizzo del nuovo melafonino Apple introdurrà anche la modalità a mano singola, un’interessante feature che consentirà di raggiungere tutta la superficie della schermata con il pollice.

Le specifiche hardware saranno comuni ad entrambi i modelli e costituiranno una diretta evoluzione di quelle già in dotazione a iPhone 5S. Sotto la scocca del nuovo melafonino, interamente realizzata in lega d’alluminio con innesti di liquidmetal, troveremo il SoC A8 con CPU multi-core 64 bit cloccata a 2 Ghz, una GPU PowerVR GX6650 (192 core, supporto per risoluzioni fino a 4K, tecnologia di ray-tracing in tempo reale), 1 GB di RAM e una nutrita batteria di sensori biometrici. A completare il pacchetto ci saranno anche il coprocessore di movimento M8, il chip NFC (Near Field Communication) e una dotazione di ROM interna compresa tra i 16 GB e i 128 GB. Da segnalare anche la compatibilità garantita con tutti gli standard di connettività più diffusi, Wi-Fi 802.11ac e Advanced LTE inclusi. Le più grandi novità arriveranno forse dal comparto fotocamera, grazie alla probabile introduzione di un nuovo sensore Sony da 12 Megapixel con stabilizzatore ottico dell’immagine integrato. Migliorato anche Touch ID, che insieme al chip NFC potrebbe finalmente consentire di effettuare pagamenti in mobilità (leggete qui per saperne di più). Come testimonia il video che abbiamo riportato in fondo a questo paragrafo, la batteria avrà una capacità di carica notevolmente superiore a quella di iPhone 5S, arrivando fino a 2.915 mAh.

Il design di iPhone 6, che abbiamo già ammirato a più riprese grazie ai numerosi mockup comparsi sul web nei mesi scorsi, sarà molto diverso da quello dei suoi predecessori. Con ogni probabilità infatti vedremo un melafonino più sottile, con bordi arrotondati e bande orizzontali a separare il corpo centrale dalle fasce superiore e inferiore. Il logo Apple sarà intagliato direttamente nella scocca e, stando ad alcune indiscrezioni non confermate, potrebbe integrare un piccolo sistema di retroilluminazione interno per le notifiche. L’arrivo di iPhone 6 sul mercato internazionale dovrebbe seguire di circa due settimane la data di presentazione. Negli Stati Uniti, così come in Germania, in Cina e nel Regno Unito, il nuovo melafonino raggiungerà gli scaffali il 19 settembre. In Italia con ogni probabilità dovremo attendere qualche giorno in più, spostando la data in calendario al mese di ottobre. Parliamo ora del prezzo: secondo le più recenti indiscrezioni sembra che iPhone 6 costerà dai 750 ai 950 dollari, a seconda del modello. Alcune fonti sostengono che la versione phablet da 5.5 pollici potrebbe costare più di 1000 euro, ma al momento non ci sono conferme. Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare la nostra pagina Facebook ufficiale: se avete qualche dubbio scriveteci, faremo il possibile per rispondervi!

Stefano Severico





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto