Fappening, Find my iPhone sotto accusa: scoperta una falla nel sistema Apple

Fappening, Find my iPhone sotto accusa: scoperta una falla nel sistema Apple

L’azienda di Cupertino è subito corsa ai ripari rilasciando una patch correttiva, ma il ritardo dell’intervento ha scatenato un vespaio di polemiche


Secondo quanto riportato da The Next Web, sembra che sarebbe stata una particolare vulnerabilità scovata nel servizio Find my Phone a consentire ai cracker di scoprire le password degli account iCloud di molte celebrità, gettando così i semi per la nascita di The Fappening. “La vulnerabilità scoperta nel servizio Find my iPhone potrebbe aver consentito ai cracker di usare questo metodo per testare tutte le possibili password in cerca di quella giusta, senza che alla vittima fossero recapitati avvisi o messaggi di allerta. Una volta trovata la password, i cracker avrebbero poi guadagnato l’accesso agli account iCloud in completa libertà”, si legge nell’articolo originale di The Next Web. Il tool necessario per violare la sicurezza di Find my iPhone era stato originariamente pubblicato su Github, rimanendovi due giorni, per poi essere condiviso sul portale Hacker News. Il tempismo degli aggressori, unito alla relativa debolezza delle password scelte dalle celebrità per proteggere i loro account, ha generato una reazione a catena che si è tradotta nel furto di migliaia di foto e decine di video privati, per una mole di dati complessiva pari a circa 1 Gigabyte. Una volta scoppiato il caso “The Fappening” Apple è subito corsa ai ripari rilasciando una patch correttiva per eliminare il bug, ma l’intervento non è servito a proteggere i contenuti già trafugati dai cracker.



https://www.youtube.com/watch?v=mhPpv_xno_0

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto