Allarme Terrorismo, il messaggio che corre su WhatsApp è una bufala

Allarme Terrorismo, il messaggio che corre su WhatsApp è una bufala

Una chiamata tra madre e figlia, diventata virale su WhatsApp, si è rivelata una bufala ma ha fatto gridare per ore all’allarme terrorismo


Uno scherzo di cattivo gusto potrebbe essere definito quello che nel corso di queste ultime ore ha preso di mira WhatsApp e i suoi utenti e che ha a che fare con il terrorismo. Alla luce dei recentissimi attentati di Parigi del 13 novembre, infatti, circola via WhatsApp un messaggio vocale che mette in guardia dal rischio di un possibile attentato a Roma. La polizia di Stato, sin dalle prime ore del mattino di ieri, ha pubblicato un post su un messaggio vocale chiamato in causa anche dal Premier Renzi come tentativo di dare un falso allarme.

Così in serata, la donna e la figlia, coinvolte nella telefonata diventata virale su Whatsapp, si sono presentate spontaneamente, intorno alle 22, negli uffici della polizia postale di Trastevere per spiegare questa storia. La donna ha spiegato che ieri era al telefono con un’amica della figlia e ha inventato la storia dell’imminente attentato per convincere le due ragazze ad uscire di casa. La donna ha anche inventato il suo contatto, inesistente appunto, con una persona che lavorava al Ministero dell’Interno per dar credito alla sua storia.

La telefonata è stata evidentemente registrata all’insaputa della donna e probabilmente inoltrata dalla figlia o dall’amica della ragazza ad altri contatti WhatsApp, fino a diventare vitale. La ragazza ha poi visitato la pagina Facebook in cui la polizia evidenziava il contenuto di quella telefonata come bufala e si è allarmata. La giovane si è spaventata e ha parlato della faccenda con sua madre. La donna ha allora deciso di presentarsi alla Polizia Postale per chiarire la vicenda. Le loro deposizioni sono state raccolte in verbali e trasmesse all’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE:

Attentati di Parigi, i primi spari dei terroristi al Bataclan durante il concerto – VIDEO

Abdelhamid Abaaoud, in un video le dichiarazioni della mente degli attentati di Parigi – VIDEO

Vladimir Putin contro i terroristi: “Perdonarli spetta a Dio, mandarli a lui spetta a me”

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto