Scambio Vucinic-Guarin, i dettagli, chi ci guadagna e i malumori di Fiorello e Ciccio Valenti

Scambio Vucinic-Guarin, i dettagli, chi ci guadagna e i malumori di Fiorello e Ciccio Valenti

Ecco le novità sullo scambio che ha fatto infuriare il popolo nerazzurro


Gli interisti non ci stanno. Dal web sono arrivati tante voci che non approvano assolutamente lo scambio tra Mirko Vucinic e Fredy Guarin. La Juventus e la società nerazzurra stanno ultimando gli ultimi dettagli: non ci sarà nessuno scambio alla pari e nessun conguaglio. Si sta infatti pensando ad un bonus di presenza per il centrocampista colombiano.

Raggiunto un determinato gettone di partite disputate, i torinesi dovranno versare alle casse nerazzurre una cifra che oscilla tra 1,5 e 2 milioni di euro. I bianconeri hanno anche pronto un contratto oneroso per il giocatore che andrà a percepire 3,5 milioni di euro all’anno. Il montenegrino si legherà all’Inter fino al 2016 per 3 milioni annui.

Si vocifera che l’acquisto di Guarin sia legato ad una possibile futura cessione di Paul Pogba al PSG di Zlatan Ibrahimovic, Thiago Silva ed Edinson Cavani. Pare che i francesi abbiano già messo le carte in tavola con un’offerta faraonica e un contratto che dovrebbe essere di circa 7 milioni di euro per il giovane talento: cifra che, allo stato attuale delle cose, la Juve non può permettersi per un calciatore.

Vucinic potrebbe diventare una pedina importante nello scacchiere di Walter Mazzarri e formare con Rodrigo Palacio una coppia gol che permetterebbe ai nerazzurri di risalire la china in campionato. Diego Milito sta vivendo una stagione costellata da infortuni e Mauro Icardi è ancora vittima della pubalgia.

Il colombiano si troverebbe in una posizione di seconda linea di lusso che, comunque, potrebbe fare comodo ad Antonio Conte. La mediana della Juve è già robusta con i vari Andrea Pirlo, Arturo Vidal e Claudio Marchisio oltre che al già citato Pogba.

Intanto sul web c’è fermento per la cessione di uno dei giocatori su cui il popolo nerazzurro puntava per il rilancio. Voci eccellenti come quelle di Fiorello e Giacomo Ciccio Valenti hanno espresso sui social, con un tocco di ironia, tutto il loro rammarico per questa scelta societaria.

Ai posteri l’ardua sentenza. (a.f.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto