Risultati NBA Sorprese Knicks, Lakers e Cavaliers nella notte

Risultati NBA Sorprese Knicks, Lakers e Cavaliers nella notte

Sorpresone nella notte NBA. I Cavs battono Indiana, i Knicks Golden State e i Lakers i Suns


Otto partite NBA domenica, ecco i risultati: gli Oklahoma City Thunder battono gli Utah Jazz durante il matinee domenicale 116 a 96, i Cavs battono a sorpresa i Pacers 90-76, mentre i Brooklyn Nets battono 114 a 99 i Timberwolves in casa, i Toronto Raptors battono 98-93 gli Orlando Magic e vanno ufficialmente ai PO per la prima volta dopo sette anni, Chicago facile 107-102 contro i Celtics, super inattesa la vittoria dei Knicks a casa di Golden State 89-84, Portland nella sfida diretta per i PO strapazza Memphis 105-98 e ultima partita, ultima sorpresa, vittoria larga per 115-99 contro i Suns che sprecano un facile set point.

Partiamo dalla prima sorpresa di giornata. Jarret Jack e i Cavs continuano a vincere senza Irving e a rimanere aggrappati al treno play off. Ieri hanno battuto persino Indiana, la numero uno a est. Certo che la squadra di Vogel ce ne mette di suo per andare a perdere la gara. Tirano male, difendono peggio e a rimbalzo vanno mosci. Mancano 8 gare alla fine della regular season e il vantaggio su Miami si è ormai ridotto a una partita, nonostante la vittoria nello scontro diretto. Missione quasi impossibile per i Cavs in ottica playoff, con un distacco di 2.5 da Atlanta ma sperare non costa nulla.

Due sorprese arrivano da ovest. La prima da San Francisco dove i Warriors di Curry si fanno infilzare bellamente dai Knicks. Parte meglio la squadra di casa che sospinta dai soliti Thompson-Curry vanno in vantaggio addirittura in doppia cifra. Altra passeggiata degli avversari e figuraccia Knicks? Niente affatto, i blu arancio ribaltano la situazione nel secondo quarto vincendo di 22. Nonostante la serata no di Carmelo Anthony, solo 19 con il 33%, New York regge e è saldamente al comando fino a pochi minuti dalla fine. A 5 secondi dalla fine, sotto di 3, Golden State ha l’opportunità di impattare la gara, ma Curry, pressato da Felton deve scaricarla a Green, che impreparato, perde palla e incontro. Adesso la squadra della baia è a sole 1.5 partite di vantaggio dalla nona posizione a ovest.

Infine passiamo a Los Angeles dove i Lakers battono di 16 i Phoenix Suns, la ex squadra di D’Antoni. Dopo averne presi 143 dai T’Wolves, c’era voglia di riprendersi allo Staple Center. Eroi di giornata sono stati due insospettabili, il centrone pazzo Chris Kaman, che chiude con un solidissimo 28+17 e il rookie Ryan Kelly, 17 dalla panchina e career high. Nonostante le pessime % da 3 e l’assenza di Gasol, i gialloviola vincono facile e pregiudicano la post season dei Suns, fortunati solo perchè nel frattempo Portland ha fermato Memphis, ma contro i Lakers bisognava vincere, senza se e senza ma.

Clicca qui per le 10 migliori azioni.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto