Riecco il Milan di Inzaghi: 2-0 contro il Chievo

Riecco il Milan di Inzaghi: 2-0 contro il Chievo

Importante successo casalingo per il Milan di Inzaghi, 2-0 al Chievo grazie ai goal di Muntari e Honda


Bentornato Milan. I rossoneri dopo aver raccolto 2 punti nelle ultime tre giornate di campionato, ritrovano la vittoria contro il Chievo di Corini. E, per la prima volta dall’inizio del campionato, senza subire nessuna rete. A decidere la partita ci hanno pensato Muntari e il giapponese Honda, vera sorpresa di questo inizio di stagione.

Il match si presentava ostico alla vigilia, soprattutto per la solidità della squadra veneta. Inzaghi opta, infatti, per un Milan iper offensivo, gettando nella mischia 3 mezzepunte e un attaccante. Dentro quindi Menez, Honda, Bonaventura e Torres. Corini sceglie un Chievo più propositivo rispetto le ultime giornate, con Birsa a sostegno di Maxi Lopez e Paloschi.

Il primo tempo, però, non si dimostra all’altezza del potenziale offensivo schierato dai due tecnici. Le squadre si studiano e ogni mossa d’attacco viene prontamente rimbalzata dalle difese avversarie. Il Milan, naturalmente, ci prova con più insistenza, ma senza la necessaria convinzione per far male all’estremo difensore veneto, Bardi. Allora prima Menez, poi Bonaventura, Honda e Torres non riescono ad essere incisivi come nelle partite precedenti e il match si trascina stancamente verso la fine della prima frazione. Il Chievo non sta a guardare, cerca di controbattere, ma la difesa del Milan si dimostra, almeno stavolta, attenta e insuperabile.

La ripresa, però, inizia con un altro ritmo. Inzaghi è consapevole di dover fare punti, tre per la precisione, e negli spogliatoi scuote la squadra. I 4 tenori là davanti cominciano a intonare un’altra musica e il pubblico può, finalmente, gioire al 10’ della ripresa. Ci pensa Sulley Muntari, che raccoglie un pallone dal limite e di controbalzo lo scaglia alle spalle di Bardi. Il Milan si è sbloccato e inizia a macinare gioco. Il Chievo ci prova con le ripartenze, e in una di queste i rossoneri devono ringraziare Lazarevic che non riesce a servire Paloschi e Maxi Lopez liberissimi in area. I rossoneri capiscono che è arrivato il momento di chiudere la partita. Ci pensa Honda con una splendida punizione a giro, che sorprende Bardi e chiude virtualmente il match. Stavolta la retroguardia del Diavolo non concede nulla all’avversario, regalando ai tifosi rossoneri un quarto d’ora finale relativamente tranquillo. E soprattutto una vittoria importante per continuare ad inseguire il sogno europeo. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto