Premier: Lampard ferma il “suo” Chelsea, lo United sprofonda

Premier: Lampard ferma il “suo” Chelsea, lo United sprofonda

Pareggio tra Manchester City e Chelsea, con goal dell’ex Lampard. Sprofonda invece lo United al cospetto del Leicester


Alla fine l’ex colpisce sempre. Sembrava tutto scritto all’Etihad Stadium nel match di punta della quinta giornata di Premier, tra Manchester City e Chelsea. Manchester in svantaggio per 0-1 con goal di Shurrle, in dieci per il rosso a Zabaleta e con pochi minuti a disposizione per riprendere il match. Entra Frank Lampard, l’ex blues tanto odiato, adesso, in quel di Londra. Mancano 5 minuti alla fine della partita, e Mourinho pregusta già la quinta vittoria di fila e il più otto sui rivali del City. Ma il portoghese non aveva fatto i conti con la legge dell’ex, che spesso rispetta il suo freddo copione. E Lampard, a malincuore, non è riuscito ad impedire che ciò si verificasse. A 5 minuti dalla fine ha raccolto un assist di Milner dalla sinistra,e ha trafitto con un bel destro al volo, l’incolpevole Courtois, pareggiando la partita per i Citizen.

Lampard, naturalmente, non ha esultato apparendo molto scosso dopo la realizzazione. I tifosi blues, già furenti per la decisione dell’ex capitano di vestire la maglia dei Citizen, hanno incassato ,non proprio bene, uno schiaffo inaspettato fino a qualche mese fa. Mourinho non riesce a battere Pellegrini, ma esce con un buon punto da uno stadio difficile da espugnare.

Continua, invece, l’inizio disastroso del Manchester United in campionato. Gli uomini di Van Gaal dopo i 5 punti incamerati nelle prime quattro di campionato, cadono al King Power Stadium di Leicester. Partita incredibile quella dei Red Devils, che prima si portano sul 3-1 grazie alle reti di Herrera, Di Maria e Van Persie (di Ulloa la rete dei Foxes), poi tra il 62’ e l’83’ subiscono la rimonta del Leicester. Prima Nugent su rigore, poi Esteban Cambiasso, Vardy e Ulloa permettono alle volpi di vincere per la prima volta nella loro storia contro i Red Devils. Ora Van Gaal rischia seriamente di essere esonerato dalla guida dello United, dopo un inizio semplicemente terrificante. Non si è fatta attendere la reazione di Mario Balotelli che ha ironizzato sulla sconfitta del Manchester Utd, scatenando l’ira dei sostenitori dei diavoli rossi, con pensanti insulti, anche razzisti, all’indirizzo dell’attaccante del Liverpool.

Pessima anche la partenza del Tottenham, battuto anche oggi in casa dal West Bromwich Albion per 1-0. Goal di Morrison e notte fonda per gli uomini di Pochettino. Settimana prossima gli Spurs se la vedranno contro l’Arsenal, in un attesissimo derby londinese. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto