Playoffs NBA – Suicidio Clippers, Indiana sul 3-1, Rihanna spacca tutto

Playoffs NBA – Suicidio Clippers, Indiana sul 3-1, Rihanna spacca tutto

Chi è sembrato più imbranato? Rihanna durante un selfie o Durant nei minuti finali marcato da Paul?


Ancora sorprese in questi playoffs NBA 2014. Chi dava per morta Indiana deve ricredersi, perché i Pacers ora viaggiano spediti verso la finale di conference a spese dei Wizards. Mentre i Thunder dell’MVP Durant buttano via un vantaggio di 22 punti e si suicidano contro i Clippers. Il tutto davanti a una Rihanna maldestra. Risultati: Los Angeles Clippers 101 OKC 99, Indiana Pacers 95 Washington Wizards 92.

Saranno in crisi, saranno solo la controfigura dei Pacers da titolo di metà stagione ma Indiana è a una sola gara dalla finale di conference, alla faccia dei gufi. I gialli e neri capitanati da George hanno vinto entrambe le gare nella capitale, a Washington e ora puntano decisamente a chiudere 4-1, con gara 5 davanti al proprio pubblico. Paul George salva una partita che nel secondo quarto sembrava già segnata con un parziale Wizards 29-11 e la gara in totale controllo. George chiude con 39 punti e 12 rimbalzi e salva i suoi.

Suicidio invece allo Staple Center di Los Angeles, non c’è altra parola per definire quello che è successo nell’ultimo quarto tra Thunder e Clippers. La squadra dell’Oklahoma, avanti anche di 22 nella gara, va a perdere una gara che le avrebbe dato il 3-1 nella serie. Durant, fresco MVP, si blocca quando a marcarlo c’è il piccolo Chris Paul. Il quintetto basso scelto da Rivers premia la super rimonta dei Clippers capitanata da Darren Collison, vero leone senza paura. Inspiegabile comunque il lassismo di Brooks che non disegna nulla, non cerca soluzioni e lascia che i suoi affondino. Quando cresceranno i Thunder?

Rihanna è in piena lotta con la tecnologia e i social. Vi avevamo già parlato della sua sfida con Instagram per poter mostrare i suoi capezzoli e oggi vi raccontiamo dell’incidente che ha causato ieri sera alla partita tra Clippers e Thunder durante un selfie. Il capo della polizia di Los Angeles, Steve Soboroff , in prima fila a tifare Clippers, le ha chiesto se poteva fare una foto ricordo con lei insieme e supportare la polizia locale, la LAPD, indossando un braccialetto. Ok, nessun problema, peccato che la pop star abbia fatto cadere il cellulare in terra spaccandone lo schermo. Per fortuna Soboroff non se l’è presa con la maldestra Rihanna che si è scusata e ha firmato il cellulare rotto, adesso messo all’asta per aiutare la polizia. Qui potete vedere le foto. [l.f.]





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto