Del Piero – India: critiche da Giorgia Meloni

Del Piero – India: critiche da Giorgia Meloni

Critiche dal mondo della politica italiana per il passaggio di Del Piero nel campionato indiano. Pinturicchio ha replicato alla sua maniera


Non si fermano le polemiche legate al trasferimento di Alessandro Del Piero nel campionato indiano. Prima della firma del campione del mondo nel 2006, il mondo della politica italiana tramite il presidente di Fdl-An, Giorgia Meloni, ha cercato di riportare sui suoi passi Pinturicchio.

L’intervento ha come sfondo la controversia internazionale tra Italia ed India relativa ai due Marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati di aver ucciso per errore due pescatori indiani, scambiati per un’imbarcazione pirata. I due fucilieri di marina italiani sono ancora detenuti in India e ciò rappresenterebbe un ostacolo, secondo la Meloni, al trasferimento di Del Piero nella Indian Super League. Insomma Pinturicchio, rifiutando l’offerta del Dynamos Delhi, lancerebbe un segnale, sempre secondo la Meloni, nei confronti del governo indiano e della diplomazia internazionale.

L’uscita del presidente di Fdl-An ha fatto discutere molto il mondo del calcio italiano, schieratosi, comunque, a fianco dell’ex capitano della Juventus. Lo stesso Del Piero ha precisato i motivi della sua scelta, che esulano da intricate questioni politiche. Su Twitter Alex ha dichiarato che è ben consapevole dell’impatto mediatico del suo sbarco in India; e come simbolo del calcio mondiale, il suo obiettivo sarà quello di onorare il suo sport, portando un messaggio positivo al nuovo movimento calcistico indiano. Nel rispetto dei due ragazzi che, da due anni a questa parte, vivono una situazione surreale.

Pinturicchio ha preso, comunque, la sua decisione, firmando per il Dynamos Delhi. Tutto in ossequio ad una cultura, quella indiana, da cui molto abbiamo appreso in tema di rispetto e umanità. Perché l’India, per chi non l’avesse dimenticato, è soprattutto il paese di Gandhi e Tagore. Cara Meloni. (d.r.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto