Parma – Milan 4 – 5: spettacolo al Tardini

Parma – Milan 4 – 5: spettacolo al Tardini

Partita spettacolare con tanti errori difensivi al Tardini. Il Milan ne approfitta e batte il Parma per 5-4


Grande partita al Tardini tra Parma e Milan, che si conclude 5-4 per i rossoneri. Complici tantissimi errori difensivi, la partita è stata divertente  ed emozionante,  in linea con quest’inizio di stagione rossonero. La nuova guida tecnica di Inzaghi ha portato diverse novità, e molto anarchia nel sistema di gioco. Ne guadagna indubbiamente lo spettacolo, alimentato anche da difese poco attente.

Inzaghi perde Torres per infortunio, e opta nuovamente per Menez falso nueve, con Honda e Bonaventura a girare intorno al francese. Bonera, rispetto alla partita con la Lazio, viene spostato al centro e De Sciglio si piazza a sinistra. Donadoni sorprende inserendo nel trio d’attacco Ghezzal, con Belfodil e Cassano a ispirare il gioco degli emiliani. L’inizio è di marca rossonera con il nuovo arrivato Bonaventura che si rende pericoloso in più occasioni. Al 25’, l’ex atalantino trova il vantaggio e il primo goal in maglia rossonera, con un bel sinistro su assist di Honda. Dura un battito di ciglia il vantaggio del diavolo, perché Cassano, servito dalla sinistra, stacca di testa e super Diego Lopez. Difesa del Milan immobile, e pareggio del Parma. Ma il Milan di quest’anno ha un altro carattere, e invece di subire il colpo, la squadra di Inzaghi si rigetta in attacco alla ricerca del nuovo vantaggio. E lo trova dieci minuti più tardi, grazie al giapponese Honda. La difesa del Parma si perde il 10 rossonero, che da solo al centro dell’aerea stacca e sigla l’1-2. Azione molto simile al pareggio di Cassano. Ma il Milan non si ferma qui, e prima della fine del primo tempo trova il doppio vantaggio. Menez si procura un calcio di rigore, che realizza proprio come contro la Lazio alla prima giornata.

La seconda parte del match è il festival degli errori e soprattuto dei goal. Minuto 51, Felipe devia in rete un tiraccio di Jorquera e riapre la partita. Al 58’ a peggiorare la situazione del Milan ci pensa Bonera, che già ammonito, ferma con la mano un tiro del Parma e si becca il secondo giallo. Milan in 10 e in vantaggio di un solo goal. Ma i parmensi non ne approfittano, anzi, Cassano perde un pallone a centrocampo, dando la possibilità a Nigel De Jong di involarsi verso la porta di Mirante e trafiggerlo per la quarta volta. Inzaghi si copre con Rami e Zapata, ma ciò non serve a congelare il risultato. I gialloblù ritrovano brio, e con Lucarelli su calcio d’angolo riaprono il match al 53’. A questo punto con i rossoneri in 10 e in svantaggio di un solo goal, il Parma comincia a crederci, ma Felipe rovina tutto prendendo la seconda ammonizione e anticipando il suo ritorno negli spogliatoi. Pareggiati gli uomini in campo, il diavolo riprende il pallino di gioco, e trova il quinto sigillo. È ancora un errore difensivo a spianare la strada ai rossoneri, con Ristovski che con uno sciagurato retropassaggio lancia Menez, che aggirato Mirante, deposita in rete con un fantascientifico colpo di tacco. Partita finita? Macchè, al festival degli errori partecipa pure De Sciglio che con la complicità di Diego Lopez, infila la propria rete riaprendo il match per l’ennesima volta. Nell’occasione il portiere spagnolo si infortuna e conclude la partita colpito da crampi.

Dopo 7 minuti di recupero l’arbitro decreta la fine, e sancisce la seconda vittoria in campionato per il Milan di Super Pippo. Il prossimo weekend vedrà i rossoneri impegnati nella grande sfida di San Siro contro la Juventus di Allegri. Un match in cui la difesa rossonera dovrà cambiare registro, perché con Tevez e Llorente non sono permessi certi errori. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto