Parma, ancora una tegola. Va via il dg Leonardi

Parma, ancora una tegola. Va via il dg Leonardi

Ancora guai in casa gialloblu: lascia la società anche il direttore generale per “problemi di salute e ambientali”


«Ho deciso di dimettermi da direttore generale del Parma Fc. Le mie condizioni di salute, peggiorate negli ultimi tempi e l’attuale situazione ambientale che si è mio malgrado venuta a creare, non mi consentono più di svolgere il mio lavoro proficuamente, non volendo oltretutto risultare d’impaccio all’attuale proprietà». Queste le parole di Pietro Leonardi, con una nota ufficiale sul sito della società, per un addio che sembrava già annunciato: una barca troppo fragile quella della società emiliana, sempre più in balìa degli eventi.

La notizia arriva all’indomani della decisione della Procura di iscrivere l’ex presidente Tommaso Ghirardi nel registro degli indagati per illeciti (bancarotta fraudolenta) alla base del grave dissesto finanziario che ha colpito la società parmense. Questioni di salute, quindi, quelle di Leonardi (ricoverato l’ultima volta in clinica per ipertensioni lo scorso 18 febbraio) con lo stress accumulato per la situazione si era fatta pesante da mesi tra stipendi non pagati e rinvii delle gare da disputare, con Cassano uscito di scena e i giocatori, con il tecnico Donadoni, in cerca di sicurezze. L’unica solidarietà è arrivata dai colleghi di Serie A con il gesto, simbolico ma efficace, del ritardo di quindici minuti sull’inizio degli incontri di campionato in programma la scorsa settimana.

Per Pietro Leonardi, romano classe 1963, in carica nel Parma dal 2009 dopo il trasferimento dall’Udinese del patron Pozzo, si chiude un ciclo piuttosto felice culminato lo scorso anno con la qualificazione in Europa ottenuto sul campo, poi persa per penalizzazione a vantaggio del Torino di Gianpiero Ventura. Esperienze in giro per l’Italia per il dg che prima di Parma e Udinese era stato impiegato in qualità di responsabile del settore giovanile della Juventus nel 2000 per poi passare per un breve periodo, nel 2004, alla Reggiana come Direttore Generale ed essere Vice Presidente della Cisco Roma nel 2006-7.

Il Parma perde un altro pezzo importante. Sarà l’ultimo prima della risalita?





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto