Pallone d’oro: Niang ci crede

Pallone d’oro: Niang ci crede

L’attaccante del Genoa, classe ’94, è rinato nel club rossoblù e ora punta a grandi traguardi


“Il mio sogno è conquistare il Pallone d’Oro”. Parole chiare e decise quelle di M’Baye Niang in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport. L’attaccante francese, di origini senegalesi, in forza al gruppo di Gian Piero Gasperini, mostra attaccamento alla maglia di una città che lo accolto nel migliore dei modi e a cui lui dovrà mostrare ancor più il suo valore dopo i due gol siglati nel match casalingo contro il Verona del 15 febbraio scorso, in occasione della quale aveva twittato: “Ho avuto pazienza, come si dice nel calcio. Ringrazio i miei compagni e il mister che hanno avuto fiducia in me da quando sono arrivato”.

La pazienza, ce lo dicono i saggi, è la virtù dei forti. E Niang di attese ne ha consumate. Dopo un avvio fulminante nel Milan, con un attacco eccellente a fianco di Stephan El Shaarawy e Mario Balotelli, buone prestazioni e slanci da fuoriclasse, la vita calcistica del giocatore vive alti e bassi come del resto le sorti del club rossonero. A gennaio la svolta: l’attaccante lascia Milanello per trasferirsi alla corte del Genoa, affamato di Europa dopo un girone di andata di campionato vissuto nelle parti alte della classifica.

Dal primo giorno ho trovato un grande spirito di squadra. Per me era quasi un obbligo dare subito il massimo. Sto crescendo, ma c’è ancora tanta strada per arrivare dove voglio io. Punto al massimo, a giocare in un grandissima squadra e a vivere in campo le sfide più importanti. Lavoro per diventare un campione” confida il numero 11 genoano a La Gazzetta dello Sport.

Tanta strada per arrivare al traguardo più importante per un giocatore, al sogno più bello chiamato Pallone d’oro. Per ora c’è il Genoa, per ora c’è un attacco da portare all’Europa. Per ora c’è da sudare e lottare. Prossimo obiettivo: Empoli, domenica 8 marzo.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto