NBA – A Brooklyn serve l’overtime per battere i Mavs

NBA – A Brooklyn serve l’overtime per battere i Mavs

Per la squadra di Brooklyn si avvicina il quarto posto a est, mentre per Dallas lo spettro di non andare ai PO


Partitissima della notte è stata quella tra Brooklyn Nets e Dallas Mavericks con gli ospiti vincitori dopo un overtime. A Brooklyn riesce così lo sweep della squadra texana in questa stagione, cosa che non succedeva dalla stagione 1999-2000 quando i Nets erano ancora nel Jersey. Un ritorno a casa per Kidd, ex storico play di Dallas, nel giorno del suo compleanno e per Deron Williams nativo del Texas. La partita è stata mandata ai tempi supplementari da un layup vincente del solito Joe Johnson, sempre più decisivo nel clutch.

Classici quintetti per entrambe le squadre. Brooklyn continua a pagare l’assenza di Garnett ma schiera Williams, Johnson, Pierce, Plumlee e Livingston. Dallas risponde con Marion, Nowitzki, Ellis, Calderon, Dalembert. Botte da orbi e contusi fin dai primi minuti con Plumlee che stende Calderon con una sbracciata involontaria dopo soli 40 secondi e Kirilienko che si storta una caviglia dopo solo 7 minuti di impiego. Primo quarto dominato dai padroni di casa con un Monta Ellis in grande spolvero, per lui anche un super layup in mezzo a tre difensori con movenze da acrobata. Dallas chiude avanti di 14.

I Nets iniziano una lunga rimonta che li porta anche a -5 ma a quasi metà terzo quarto, grazie a un Dalembert preciso dalla media oggi, i Mavs tornano a +14. Partita chiusa? No, con un parziale di 12-0 la squadra newyokese si rimette in pari e Marcus Thorton martella come un pazzo da 3. Nets avanti di 4 ma di nuovo Ellis riporta avanti i suoi a 10 secondi dalla fine. Joe Johnson però è infermabile e mette il layup che pareggia la gara.

Nell’overtime i Nets sono molto più in palla e Dallas sembra davvero stanca. Ellis chiude con 32 ma non sono abbastanza. 37esima vittoria stagionale per Brooklyn e il terzo-quarto posto a est, con fattore campo al primo turno, sempre più vicino. Per Dallas invece una sconfitta che costa cara, perchè Phoenix adesso è solo a mezza gara e se arrivasse il sorpasso, i Mavs sarebbero fuori dai PO. Prossimi impegni per le due squadre: per i Mavs c’è Oklahoma City il martedì, i Los Angeles Clippers il giovedì e domenica Sacramento. Mentre i Nets continuano il tour, stasera sono a New Orleans, mercoledì a Charlotte, e venerdì in casa contro Cleveland.
Clicca qui per i risultati delle altre gare.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto