Moviola in campo, lettera di Tavecchio a Blatter

Moviola in campo, lettera di Tavecchio a Blatter

Le polemiche post Juventus – Roma hanno suggerito a Tavecchio la candidatura della Figc per la sperimentazione della moviola in campo


Nonostante l’inibizione per sei mesi inflittagli dall’Uefa per le frasi razziste, Carlo Tavecchio non si ferma e per la prima volta spinge il calcio italiano verso una svolta radicale.

Il favorito di Claudio Lotito, contro ogni critico che lo tacciava di essere obsoleto, ha proposto il campionato italiano come terreno di sperimentazione per la moviola in campo. Come? Le eccessive critiche al sistema arbitrale italiano dopo Juventus – Roma, hanno spinto il presidente della Figc a inviare una lettera al presidente Fifa Blatter in cui ha ufficializzato la candidatura della Serie A per la sperimentazione di questa nuova tecnologia in grado di diminuire le possibilità di errore umano.

Un importante passo in avanti verso una modernizzazione del calcio italiano, ma soprattutto verso un giudizio scevro da interpretazioni spesso opinabili. Più equità e meno sospetti renderebbero il nostro calcio sicuramente più trasparente agli occhi dei tifosi, e degli addetti ai lavori. Una svolta auspicabile per uno sport che produce un giro d’affari di miliardi di euro e che, a dispetto di altri sport plurimiliardari (basket e football su tutti), non ha ancora sperimentato la moviola in campo.

Naturalmente starà alla Fifa decidere quali sono le basi per un’eventuale verifica di tale strumento in Italia. Sarebbe il giusto mezzo per non delegittimare la nostra classe arbitrale, sempre sotto l’occhio del ciclone, e non falsare un campionato che si prospetta scoppiettante. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto