Mondiali 2014 – Germania campione, Messi sconfitto ma miglior giocatore

Mondiali 2014 – Germania campione, Messi sconfitto ma miglior giocatore

I tedeschi vincono 1-0 contro l’albiceleste con un gol ai supplementari di Mario Götze, Messi esce sconfitto ma la FIFA lo elegge miglior giocatore dei mondiali


Mondiali 2014 – Risultato finale Germania Argentina 1-0, Götze l’eroe del Maracana, Messi il Golden Ball del torneo. Dopo 24 anni la Germania è ancora una volta campione del mondo. Ancora una volta 1-0 e ancora una volta contro l’Argentina, sconfitta a Italia 90 l’ultima volta. Decide l’incontro un goal meraviglioso di Mario Götze, entrato all’88esimo per Klose, l’attaccante capocannoniere di tutta la storia dei mondiali. Messi esce sconfitto ma viene eletto dalla FIFA miglior giocatore del Mondiale e vince la coppa Golden Ball. Persino Angela Merkel, cancelliera tedesca, si è lasciata andare a esultanze scomposte a selfie con i giocatori.

Adesso la Germania è per la quarta volta campione del mondo dopo i successi ottenuti nel 1954 in Svizzera, nel 1974 in casa, in Germania, nel 1990 in Italia e infine 2014 in Brasile. I sogni dell’Argentina si sono spenti al 123esimo su una punizione calciata da Leo Messi e finita troppo alta. Alla pulce è scappato un ghigno pieno di rabbia e delusione. L’Argentina esce sconfitta 1-0 proprio come 24 anni fa, ancora in blu, ancora nei minuti finali. Il premio vinto come miglior giocatore ha il sapore amaro di una beffa, e sinceramente sarebbe stato più giusto destinare quel riconoscimento a un Muller, piuttosto che un Robben.

Tribuna vip presente al Maracana, composta da capi di stato come Angela Merkel, Vladimir Putin, organizzatore dei prossimi Mondiali 2018, Joachim Gauck, e la presidente brasiliana Dilma Rousseff, che non ha mai voluto apparire su schermo, contraria a questo Mondiale fin dall’inizio. Presenti anche Fabio Cannavaro, Bobo Vieri, Eros Ramazzotti, Placido Domingo, Shakira e Lebron James. Tutti si sono lasciati andare a feste dopo il fischio finale dell’arbitro. La coppa del mondo è stata consegnata dal giocatore Charles Puyol in compagnia della super modella Gisele Bundchen, ed era conservata in una teca/borsa di Louis Vuitton.

Disordini a Buenos Aires. In seguito alla sconfitta si sono verificati alcuni scontri nella capitale argentina, dove i 20 mila erano radunati in Plaza San Martin. E’ dovuta irrompere la polizia per sedare gli animi e gli atti vandalici, che tuttavia non sono andati avanti per molto.

Nicola Rizzoli, i complimenti da parte di tutti. Ottima la direzione di gara del nostro connazionale Rizzoli, forse la gara meglio arbitrata dell’intero Mondiale, nonostante le critiche alla vigilia da parte dei sudamericani che lo paragonavano all’arbitro di Italia 90 Edgardo Codesal Méndez, che in occasione di quella finale fischiò alcuni falli dubbi e un rigore inesistente a favore dei tedeschi, determinante per la vittoria.

Luca Fallati.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto