Milan, si decide il futuro di Cerci

Milan, si decide il futuro di Cerci

Sono ore decisive per il passaggio in rossonero di Alessio Cerci


Manca una settimana alla chiusura del calciomercato in Italia e il Milan ha fretta di chiudere la trattativa che dovrebbe portare Alessio Cerci a Milanello. Dopo la cessione di Mario Balotelli al Liverpool, le casse rossonere si sono rimpinguate e Galliani è pronto a consegnare i rinforzi richiesti da mister Inzaghi.

Tra questi ovviamente c’è l’ala del Torino, che scalpita per conoscere quale sarà il suo futuro calcistico. Cairo si è dimostrato ben disposto a trattare la cessione di Cerci, conscio dell’impossibilità di trattenere il talento romano alla corte di Ventura. L’offerta del Milan è lievitata a 13 milioni di euro più l’inserimento di alcune contropartite tecniche richieste dalla società granata. Galliani dopo la vittoria del trofeo Tim di ieri sera, ha deciso di accontentare il suo nuovo allenatore, e tra oggi e domani si conoscerà il destino di Alessio Cerci, sempre più vicino a vestire la maglia rossonera.

Dopo aver definito l’acquisto dell’ala granata, Galliani si concentrerà sulla punta centrale, ruolo che al momento è ricoperto dal solo Giampaolo Pazzini. Le opzioni sono diverse, ma il d.g. rossonero preferirebbe una soluzione low cost. Per questo negli ultimi giorni è stata avanzata la candidatura di Samuel Eto’o, tuttora privo di contratto.

Il camerunense non è il solo a stuzzicare le fantasie di Galliani ed Inzaghi, infatti anche Fernando Torres rientrerebbe nel novero degli attaccanti candidati a sostituire Balotelli. In attesa di scoprire quale sarà il nuovo attaccante del Milan, Galliani ha deciso di accettare la sfida lanciatagli da Antonio Cassano, partecipando all’Ice Bucket Challenge per i malati di Sla. A rovesciare la secchiata di acqua gelata sul d.g. del Milan è stato Filippo Inzaghi, tra le risate dei turisti presenti a Forte dei Marmi. (d.r.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto