Mario Balotelli ritorna al Milan, clausole militari per l’ex Liverpool

Mario Balotelli ritorna al Milan, clausole militari per l’ex Liverpool

Super Mario Balotelli torna al Milan, ma Sinisa Mihajlovic e la società corrono ai ripari: rigore e clausole a dir poco militari per l’ex giocatore del Liverpool


La società rossonera del Milan è sicuramente felice di aver potuto riportare a Milano un calciatore come Mario Balotelli, reduce dall’esperienza non proprio gratificante vissuta al Liverpool dove il suo talento non è stato messo in mostra come sicuramente avrebbe potuto. Se sicuramente anche al giocatore farà piacere tornare a solcare i campi del campionato di Serie A (anche per ragioni personali: ricordiamo che in Italia Balotelli ha una figlia, Pia, avuta con l’ex fidanzata Raffaella Fico e quindi potrà starle più vicino), occorre pur dire che il ritorno di Super Mario è accompagnato da tutta una serie di clausole che si accompagnano al codice disciplinare normalmente previsto dalla società rossonera per i propri giocatori. Sembra infatti che Berlusconi e il suo fido Galliani abbiamo stilato per Balo delle regole ispirate ai codici dell’aeronautica militare, molto rigide, riguardanti soprattutto l’uso dei social, la salute e l’immagine pubblica.

Per rimanere serenamente al Milan, l’attaccante di Sinisa Mihajlovic dovrà in primis moderare l’uso dei social network. Su Facebook, Instagram e Twitter Balotelli dovrà evitare di diffondere immagini e notizie riguardanti lo spogliatoio del Milan o che, in qualche modo, possano ledere l’immagine pubblica della società pena il pagamento di salatissime sanzioni.

Subordinatamente Balotelli dovrà sfoggiare un look adeguato allo stile dei club rossonero. Addio dunque a creste, tagli di capelli strani o look estremi. Qui si parla di sobrietà. Ancora per Balotelli addio a notti folli in discoteca o night club. Mario dovrà condurre uno stile di vita sano, allenarsi regolarmente e presentarsi puntuale a tutti gli allenamenti della squadra. Riuscirà super Mario nell’impresa visti i suoi trascorsi comportamentali non del tutto esemplari? Diamogli fiducia. Ai posteri l’ardua sentenza.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto