Mario Balotelli red di vergogna a Liverpool

Mario Balotelli red di vergogna a Liverpool

Continua il momento no di Mario Balotelli a Liverpool. I tifosi reds rimpiangono Suarez


Help! Mario needs somebody! È già finito l’entusiasmo che attorniava l’arrivo di Mario Balotelli nella città dei Beatles. A Liverpool, infatti, le ultime prestazioni del bad boy nostrano hanno spazientito i tifosi inglesi che hanno già abbandonato l’idea che Balotelli possa far dimenticare l’addio del pistolero Suarez.

Pochi goal, poche giocate, poca voglia, quadro perfetto per mandare su tutte le furie anche i pazienti supporter britannici. A Basilea, nella partita di Champions contro gli svizzeri, è andata in scena l’ennesima brutta figura stagionale per il centravanti azzurro. Mal coadiuvato dai compagni, SuperMario non è riuscito a rendersi pericoloso dalle parti della difesa elvetica, franando con tutto il suo Liverpool al cospetto di una squadra che alla prima giornata ne aveva preso 5 dal Real di CR7. Proprio lo stesso CR7 che stagioni orsono, fu mandato al diavolo da Balotelli, convinto che un giorno sarebbe stato lui a riempire le copertine dei giornali sportivi, per le sue giocate.

Ma ciò non è ancora avvenuto, e Mario ora ha già 24 anni. Troppi per essere considerato una giovane promessa, giusti per la consacrazione finale nell’Olimpo dei fuoriclasse. Ma quando avverrà la consacrazione? In religioso silenzio i suoi fan continuano ad aspettarlo; urlando e insultandolo i suoi detrattori ne sottolineano le pecche. Lo stesso Rodgers, che lo ha voluto a Liverpool convinto dalle potenzialità del bresciano, sta iniziando ad spazientirsi. E a Basilea, dopo il k.o. rimediato, Balotelli nervoso non ha neanche salutato i suoi tifosi, mandando su tutte le furie il suo allenatore.

Ma c’è chi continua a credere che questo ragazzo possa aver il pass per varcare le soglie del paradiso calcistico. Il suo attuale capitano, Gerrard, uno che quel varco l’ha già oltrepassato da tempo, ne ha vantato l’impegno e la costanza in allenamento. Mario non si sta risparmiando e ci sta mettendo tutto l’impegno possibile per non gettare al vento questa ennesima occasione. Chissà che prima o poi i risultati non si possano vedere in campo. Al momento non ce n’è alcuna traccia, e il tempo non sarà gentleman per sempre caro Mario. (d.r.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto