Juve e Roma seconda gioia, ko Udinese ed Empoli

Juve e Roma seconda gioia, ko Udinese ed Empoli

Arrivano altre due vittorie per Roma e Juventus, dopo quelle dell’esordio, contro Empoli e Udinese


Come da pronostico le due favorite per la vittoria del campionato 2014/2015, Roma e Juventus, si sbarazzano delle rispettive sfidanti, Empoli ed Udinese. Non senza soffrire, però. I giallorossi, infatti, hanno superato i toscani con uno striminzito 0-1, mentre i bianconeri hanno battuto i friulani per 2-0, dopo una partita non trascendentale.

Ad Empoli Garcia fa riposare qualche titolare, in vista del match di Champions contro il Cska. Fuori il trio d’attacco della prima giornata, Totti-Gervinho-Iturbe, dentro Ljajic-Destro-Florenzi. Il resto della squadra non presenta novità, con Castan che torna al centro della difesa in coppia con il greco Manolas. La partita ha poco da raccontare, ad esclusione del goal che ha deciso la partita, e qualche episodio dubbio nelle due aree di rigore.

Garcia ha ottenuto il massimo con il minimo sforzo, contro un Empoli ordinato anche se mai veramente pericoloso. Il goal che ha deciso il match, è arrivato grazie ad uno sfortunato autogoal del portiere toscano, Sepe, che ha deviato con la schiena un tiro da fuori di Nainggolan finito sul palo. La rete ha chiuso un primo tempo privo di emozioni, in cui il solo Nainggolan si è reso pericoloso dalle parti di Sepe. Nel secondo tempo Maicon ha avuto due occasioni per chiudere la partita, ma prima il palo e poi Sepe hanno evitato la gioia del goal al terzino brasiliano. E così dopo la vittoria contro la Fiorentina, è arrivata un’altra gioia contro una squadra toscana, che permette alla Roma di arrivare al match di Champions, motivata e determinata.

La Juventus ha invece battuto l’Udinese di Stramaccioni, senza brillare. La squadra di Allegri è scesa in campo con l’attacco titolare, Tevez-Llorente, e con tante defezioni, su tutte quelle di Chiellini e Vidal. Stramaccioni ha osato poco, e per gli uomini di Allegri è stato semplice prendere il pallino del gioco e portare a casa i tre punti. E l’equilibrio è durato poco. Tevez all’8, servito da Lichtsteiner, ha piazzato un bel piattone destro che non ha dato scampo al giovane Karnezis. L’Udinese ha mantenuto un certo equilibrio, cercando di non esporsi troppo agli attacchi bianconeri. Ma ciò ha permesso di non rendere peggiore il passivo, almeno fino al 75’, quando Claudio Marchisio, con un bel destro da fuori, ha fissato il risultato sul 2-0. Buona prova dei torinesi, che pur senza impressionare, hanno portato a casa i 3 punti. Ora tocca al Malmoe. (d.r.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto